menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, ritardi per i lavori alla media Verona Trento: scatta la protesta dei genitori

Raccolta firme indirizzata anche al prefetto e al sindaco per chiedere tempi certi sugli interventi di adeguamento e scongiurare l'ipotesi di turni pomeridiani. Una delegazione al Comune

Si sta rivelando un mezzo bluff  l’apertura dell’anno scolastico per quasi tutte le scuole cittadine.  

I problemi di una strategia ritardataria sono intatti: banchi, docenti, spazi.

Ma alla media Verona Trento la situazione resta fra le più delicate. Un gruppo di genitori ha avviato una raccolta firme chiedendo che venga fornita una data precisa per la conclusione dei lavori di messa a norma ed adeguamento del plesso della Scuola, che i lavori vengano effettuati nella maniera più celere possibile e nel rispettato di tutte le prescrizioni di legge in modo da poter essere certificati a garantire la sicurezza e la salubrità dei locali.

Si tratta di lavori che il dirigente scolastico Santi Longo aveva richiesto già ad aprile e a maggio, anche con solleciti, ma che sono stati avviati solo di recente. Il nodo in particolare riguarda gli infissi che richiedono tempi più lunghi.

E’ certo insomma che la scuola non potrà riaprire il 24 settembre. L’alternativa? Per il preside sono le lezioni pomeridiane al plesso Boer di via Palermo. Una ipotesi assolutamente da scongiurare per i genitori che nel documento di raccolta firme  chiedono di individuare – nelle more locali idonei, nei pressi dell’Istituto “Verona Trento”, dove possano essere svolgersi le lezioni gli in orario antimeridiano o con un doppio turno antimeridiano (8-11 e 11-14) alternato.

La lettera è indirizzata al prefetto, al sindaco, agli assessori all’edilizia scolastica e alla pubblica istruzione nonché allo stesso dirigente che stamani ha incontrato i genitori.

“C’è di sicuro un disagio sociale e comprendo le loro necessità e preoccupazioni – spiega Santi Longo - io non posso che prenderne atto e rassicurare sulla volontà istituzionale di risolvere il problema in modo definitivo non con interventi tampone. Anche per quanto riguarda i turni pomeridiani, stiamo facendo delle valutazioni. Di certo in un modo o nell’altro la scuola il 24 deve ricominciare”.

Intanto, oggi, gli operai sono al lavoro per montare la porta antincendio. Mentre una delegazione di genitori si è spostata al Comune per chiedere un incontro con il sindaco o gli assessori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano, come scegliere quello giusto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento