rotate-mobile
Cronaca

Sensori di parcheggio dove passerà la ciclabile, il sindaco Basile perde le staffe

Il primo cittadino vuole individuare i responsabili. "Si devono dare tutti una bella svegliata". Fratelli d'Italia chiede la convocazione urgente della commissione Viabilità

La mano destra non sa quello che fa la sinistra. Un detto popolare che a Messina è di casa, soprattutto quando si parla di lavori pubblici. Infatti si sta procedendo a realizzare parte della nuova pista ciclabile anche lungo un piccolo tratto di via dei Mille dove già erano stati posizionati i sensori per i parcheggi a pagamento. Un vero e proprio controsenso che ha fatto infuriare letteralmente il sindaco Federico Basile. Il primo cittadino ha convocato i responsabili delle ditte che stanno eseguendo i lavori e i dirigenti comunali. "Si devono dare tutti una svegliata. Non si può vanificare per un errore grossolano un lavoro complesso che stiamo portando avanti. Ho già chiesto al direttore generale di verificare chi ha sbagliato per le dovute soluzioni e provvedimenti". Ha scritto Basile sul suo profilo Facebook. 

Fratelli d'Italia: "Manca il coordinamento, chi pagherà il danno?"

Sulla vicenda intervengono anche i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Libero Gioveni, Dario Carbone e Pasquale Curró chiedendo una convocazione urgente della I Commissione Consiliare “Viabilità” alla presenza del Sindaco e dell’assessore Mondello.

“Siamo stati tempestati dalle segnalazioni di cittadini messinesi i quali, inviandoci foto e video, non comprendono l’assenza di coordinamento dei lavori pubblici eseguiti in pochi giorni dall’amministrazione comunale. Infatti, soltanto qualche giorno fa sono stati montati in centro città i sensori per i parcheggi intelligenti ed oggi, incredibilmente ed in maniera quasi schizofrenica, gli stessi lavori vengono vanificati dal posizionamento dei cordoli per la pista ciclabile. Vogliamo comprendere i costi di tutti questi interventi e soprattutto chi pagherà per il danno fatto.” dichiarano i Consiglieri di Fratelli d’Italia.

“E a proposito di danno, oltre a quello economico per le casse di Comune e Atm, non si può non fare riferimento anche a quelli causati ai commercianti, soprattutto in questo periodo che richiama maggiormente agli acquisti” proseguono indignati. “Ulteriormente, e non è la prima volta che tentiamo di fare notare questa circostanza, contestiamo l’assenza di coinvolgimento della competente Commissione Consiliare e la mancata concertazione degli interventi con i rappresentanti democraticamente eletti” concludono Gioveni, Carbone e Curró.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sensori di parcheggio dove passerà la ciclabile, il sindaco Basile perde le staffe

MessinaToday è in caricamento