rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Ricorsi per il concorsone al Comune, il Tar respinge la richiesta di sospensione

La seconda sezione del tribunale amministrativo presieduto da Burzichelli non ha accolto la domanda dei dipendenti che contestano le mancate progressioni verticali per i dipendenti interni. Eventuale pregiudizio grave e irreparabile si potrebbe verificare solo nel caso in cui ci fosse già fissata la data delle prove. Si entrerà nel merito ad ottobre

Non è stata accolta la richiesta di sospensione del concorsone del Comune per 341 assunzioni.

La seconda sezione del tribunale amministrativo presieduto da Burzichelli non ha ritenuto di accogliere la domanda cautelare in quanto eventuale pregiudizio grave e irreparabile si potrebbe verificare solo nel caso in cui ci fosse già fissata la data delle prove mentre attualmente è stata solo completata la fase di presentazione delle domande.

Il ricorso era stato presentato da un gruppo di dipendenti e agenti della polizia municipale che si sono affidati agli avvocati Giovanni Marchese e Cristina Bellerone per contestare le mancate progressioni verticali per gli attuali dipendenti interni.

La tesi è che il 50 per cento dei posti devono essere destinati al personale interno mentre il restante 50 per cento agli esterni. L’amministrazione, sostenuta dall'avvocato Santi Delia, invece ritiene che si tratti di una scelta facoltativa.

Il Tar ha fissato l’udienza per entrare nel merito ad ottobre ma nel caso in cui il Comune decidesse di fissare la data della prova i legali si riservano ulteriore istanza cautelare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorsi per il concorsone al Comune, il Tar respinge la richiesta di sospensione

MessinaToday è in caricamento