rotate-mobile
Cronaca

Cerca di portare al familiare detenuto uno smartphone e della droga, arrestata

Solo pochi giorni fa gli agenti della Penitenziaria avevano trovato in una cella un telefonino e altra sostanza stupefacente

Nella tarda mattinata del 8 marzo, gli Agenti di Polizia Penitenziaria hanno arrestato in flagranza una donna risultata essere convivente di un detenuto, la quale in procinto di effettuare il colloquio con il proprio familiare, tentava di introdurre circa 20 grammi di cocaina e uno smartphone. Per la stessa donna è scattata la custodia cautelare in carcere, quindi condotta dagli stessi Agenti di polizia penitenziaria, all'interno della sezione femminile del medesimo Istituto per essere sottoposta all'autorità giudiziaria. 

Solo a distanza di un paio di giorni dal precedente sequestro di droga e di un cellulare, gli Agenti della Polizia Penitenziaria del Carcere di Messina hanno mostrato ancora una volta con grande spirito di abnegazione e senso del dovere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di portare al familiare detenuto uno smartphone e della droga, arrestata

MessinaToday è in caricamento