Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Appena inaugurato a maggio, già sotto sequestro il parco Aldo Moro

Ha del clamoroso quanto disposto dalla magistratura per la probabile presenza di rifiuti pericolosi. Il commento del sindaco Basile: "Lo sapevamo da qualche giorno"

Inaugurato il 23 maggio è già stato posto sotto sequestro dalla polizia municipale il parco Aldo Moro. Chiuso a chiave l'impianto aperto dall'amministrazione Basile e considerato uno dei fiori all'occhiello di questi primi due anni di attività. Il provvedimento nasce per verificare la presenza di rifiuti pericolosi. 

sequestro parco aldo moro-2

Il parco Moro sconosciuto ai più (se non ai residenti di viale Regina Margherita) nel 1949 venne concesso dal Comune all'Ingv, l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che da sempre ha utilizzato gli edifici interni ma non l'area esterna lasciata in abbandono. L'area totale è pari a 14mila metri quadri. Il progetto di riqualificazione stato finanziato per due milioni di euro e vede oggi ampi spazi con prati all’inglese, squarci panoramici con vista sullo Stretto e area giochi. L'ex amministrazione Accorinti aveva definito un accordo con Ingv modificato dall'ex giunta De Luca. 

La storia del Parco Moro 

“Del provvedimento giudiziario siamo a conoscenza già da qualche giorno – riferisce il sindaco Federico Basile – ed è stato disposto per consentire all’Arpa di effettuare delle analisi al fine di escludere la presenza di elementi contaminanti. Siamo sempre dalla parte dell'autorità giudiziaria e per la salvaguardia e la tutela dell'ambiente. Il sequestro preventivo - assicura Basile - è soltanto nell'interesse del comune di Messina e della cittadinanza tutta; il tempo necessario di verificare eventuali criticità così da potere riaprire il Parco nel più breve tempo possibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appena inaugurato a maggio, già sotto sequestro il parco Aldo Moro
MessinaToday è in caricamento