Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Il sequestro del parco Aldo Moro, Basile: "Sigilli su aree non aperte al pubblico"

La precisazione del sindaco dopo le inevitabili polemiche legate all'intervento dell'autorità giudiziaria

Le polemiche non si placano dopo il sequestro del parco Aldo Moro da parte della Procura. A far scattare i sigilli una possibilità contaminazione del terreno e la necessità di effettuare le dovute analisi dopo la segnalazione dell'Arpa. Nell'occhio del ciclone c'è inevitabilmente il sindaco Federico Basile che nella tarda serata di ieri è tornato sull'argomento con una nuova precisazione. Il primo cittadino getta acqua sul fuoco e rinnova la fiducia sul lavoro della magistratura, respingendo al mittente quelle che lui stesso definisce "speculazioni politiche". Le aree sequestrate, come spiega Basile, non rientrerebbero tra quelle aperte al pubblico, da qui l'invito a non creare allarmismo ingiustificato.

Ma il parco Aldo Moro era già finito sotto bersaglio. Prima gli attacchi sulla presenza di barriere architettoniche e la quasi inaccessibilità per chi è diversamente abile, poi la querelle legata al prato ingiallito dopo pochi giorni dall'apertura. Adesso tutta la città attende con ansia cosa accadrà nei prossimi giorni, il rischio che la struttura rimanga chiusa a lungo potrebbe non essere così improbabile.

"Si rappresenta che sia l'area lungo la scarpata che l'area al centro del parco, oggetto degli accertamenti odierni, non fanno parte dell'area del parco a disposizione del comune di Messina e quindi fruibile quale "parco" dal giorno della sua apertura. Trattasi di aree, quindi, interdette alla fruizione quotidiana del parco stesso da parte dei cittadini. Una precisazione necessaria a fronte delle prevedibili speculazioni politiche già in atto. Con molto rammarico (e mi limito a questo termine..) mi riferisco a tanti articoli e post… che tendono ed alimentare “polemiche sterili generando puro allarmismo. Siamo e saremo sempre dalla parte dell'autorità giudiziaria per la salvaguardia e la tutela dell'ambiente. Il sequestro preventivo è soltanto nell'interesse del comune di Messina e della cittadinanza tutta; il tempo necessario di verificare eventuali criticità così da potere riaprire il Parco nel più breve tempo possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sequestro del parco Aldo Moro, Basile: "Sigilli su aree non aperte al pubblico"
MessinaToday è in caricamento