menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianto abusivo di erogazione carburanti al porto di Milazzo, scattano i sigilli della Guardia Costiera

Il provvedimento disposto in seguito a una attività di controllo sul sito che aveva accertato e contestato le condotte illecite di occupazione di suolo demaniale marittimo

Impianto di erogazione carburante abusivo lungo il molo di sottoflutto del porto di Milazzo. Questa mattina la Guardia Costiera di Milazzo ha dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo dell’area occupata. Il provvedimento del giudice per le indagini preliminari, adottato su richiesta della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto guidata da Emanuele Crescenti, in quanto l'area interessata risultava abusivamente occupata con manufatti e strutture di vario genere in assenza di idoneo titolo concessorio, ha la finalità di impedire che la libera disponibilità delle opere possano protrarre o aggravare le conseguenze del reato contestato.

Il provvedimento cautelare discende da una precedente attività di controllo eseguita sul sito dal personale della Capitaneria di porto - Guardia Costiera di Milazzo che, in relazione ad una complessa vicenda amministrativa che interessava le citate strutture, aveva accertato e contestato le condotte illecite di occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo previste dalla disciplina del Codice della Navigazione ai titolari del citato impianto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento