rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Vaccini, da oggi terze dosi per gli over40: si studia il nuovo Super green pass

Si va verso un decreto complesso che conterrà l'anticipo del booster a 5 mesi dalla seconda dose e la riduzione del certificato verde a 9 mesi

Si apre oggi anche a Messina la vaccinazione degli over 40 e più anni (classe 1981 e precedenti),  con la terza dose per chi ha effettuato la seconda dose da almeno sei mesi.

La nota, dopo la disposizione dell'assessorato regionale alla Salute, è giunta dalla Struttura commissariale che comunica che in Fiera è possibile fare insieme vaccino anti Covid 19 e antinfluenzale o farlo a distanza 14 giorni uno dell'altro.

Senza e con prenotazioni

Basterà recarsi direttamente in uno dei punti vaccinali attivi oppure prenotarsi attraverso la piattaforma dedicata e raggiungibile selezionando l'apposito banner del sito regionale dedicato (https://www.siciliacoronavirus.it) o direttamente all'indirizzo https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it.

Il sistema della Struttura commissariale nazionale, gestito da Poste Italiane, consentirà la prenotazione a chi, rientrando nel target 40-59 anni, ha effettuato la seconda dose con le tempistiche previste. Inoltre, coloro che hanno ricevuto l'unica dose Janssen, se sono già trascorsi sei mesi dalla somministrazione, indipendentemente dalla fascia di età possono recarsi in un punto vaccinale e ricevere la loro dose 'booster' dei vaccini Pfizer o Moderna. Oltre che via internet, sarà possibile prenotarsi chiamando il numero verde 800.00.99.66 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18. Per fissare l'appuntamento sarà necessario indicare il codice fiscale, il numero della tessera sanitaria e quello del telefono cellulare.

La decisione del governo

Il Governo ha voluto anticipare i tempi della terza dose di vaccino anti Covid in questa fascia d’età con l’obiettivo rimarcato dal generale Francesco Paolo Figliuolo di “accelerare la campagna di somministrazione dei richiamo per mantenere una elevata protezione individuale nei soggetti già vaccinati con il ciclo primario e ridurre il più possibile la trasmissione di Sars-Cov-2 nella popolazione”. 

Una decisione, legata all'evoluzione del quadro epidemiologico delle ultime settimane, che indica un "progressivo incremento dell'incidenza settimanale di nuovi casi e la crescita dei contagi".

Un quadro che potrebbe incidere in modo particolare a Messina, città d’Italia che detiene il triste primato di essere fra le più no vax. E proprio per favorire la campagna vaccinare e contrastare la pandemia, il gverno sta studiando nuove regole e misure ad un mese da Natale.

In particolare si va verso il cosiddetto Super Green Pass o Green Pass "rafforzato" per vaccinati in Italia a partire da dicembre, con la durata del certificato verde ridotta rispetto agli attuali 12 mesi, come auspicano molti esperti.

Il "Green Pass rafforzato" sarebbe un lasciapassare che escluda i non vaccinati praticamente da tutti i luoghi delle attività ricreative come ristoranti, palestre, teatri e cinema e via dicendo, mentre i tamponi darebbero diritto al certificato per lavorare. Una decisione "forte", che sarà ben ponderata dal governo Draghi. Nulla è stato deciso, ma le limitazioni per i non vaccinati non scatterebbero in zona gialla, bensì solo in zona arancione e rossa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, da oggi terze dosi per gli over40: si studia il nuovo Super green pass

MessinaToday è in caricamento