rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Sigarette vendute a minorenni, multe e licenze sospese anche a Messina

Le sanzioni dei funzionari degli Uffici dei Monopoli dopo indagini e appostamenti. I controlli in contemporanea a Palermo e Trapani. I tabaccai rischiano la revoca della concessione

Appostamenti, indagini e poi le sanzioni. Così si sono mossi i funzionari degli Uffici dei Monopoli di Messina che, in contemporanea ai colleghi della direzione di Palermo e Trapani, hanno effettuato controlli nelle tabaccherie, sorprendendo sei commercianti a vendere sigarette a ragazzi minorenni.  Prima del suono mattutino della campanella per l’ingresso negli istituti scolastici, posti in prossimità delle rivendite, attraverso attività di indagine e mirati appostamenti effettuati, le squadre impegnate nelle verifiche hanno individuato diversi giovani che, dopo essere entrati nelle tabaccherie, ne uscivano con sigarette elettroniche o pacchetti di tabacco trinciato tra le mani. Per i rivenditori si è aperto un percorso complesso che prevede sanzioni e rischio di revoca della concessione.

La normativa prescrive una pesante sanzione pecuniaria, da 500 a 3.000 euro, oltre alla sospensione della licenza per 15 giorni. Nei casi di recidiva, poi, la sanzione aumenta e va da un minimo di 1.000 ad un massimo di 8.000 euro, con revoca della licenza. L’azione di controllo sul territorio delle province siciliane, si inserisce nell’ambito delle attività istituzionali di competenza dell’Ufficio dei Monopoli per la Sicilia che, dall’11 marzo di quest’anno, ha un nuovo Dirigente alla guida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette vendute a minorenni, multe e licenze sospese anche a Messina

MessinaToday è in caricamento