Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Simone è morto al Policlinico, troppo gravi le ferite riportate

Il bambino, falciato da un Suv a Vittoria lo scorso 11 luglio insieme al cuginetto Alessio deceduto pochi istanti dopo l'incidente, era giunto a Messina in condizioni disperate

Simone è morto dopo due giorni di agonia al Policlinico di Messina. Il bambino, falciato da un'auto lo scorso 11 luglio a Vittoria insieme al cuginetto Alessio deceduto pochi istanti dopo il tremendo impatto, era stato trasportato d'urgenza nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di viale Gazzi. I medici gli avevano dovuto amputare entrambe le gambe dopo le gravissime ferite riportate. Le sue condizioni sono peggiorate durante la notte.

"Al suo arrivo - ha raccontato all'Ansa la direttrice del reparto di terapia intensiva neonatale Eloise Gitto - avevamo già giudicato le sue condizioni gravissime. Abbiamo tentato in tutti i modi di salvarlo, ma ogni terapia non è bastata a farlo rimanere in vita. Siamo rammaricati".

Il 12enne è morto intorno a mezzogiorno,  proprio durante i funerali del cugino Alessio, una coincidenza che rende ancora più drammatica la vicenda. Si aggrava adesso la posizione dell'uomo alla guida del Suv sotto effetto di droga e con un tasso alcolemico quattro volte superiore al limite consentito. Si tratta del 34enne Rosario Greco, arrestato con l'accusa di omicidio stradale aggravato. 

Una tragedia che che lascia tutti sgomenti. Tanta solidarietà era stata manifestata per il piccolo e la famiglia e tante le telefonate dei messinesi a MessinaToday e al Policlinico per mettersi a disposizione per eventuali necessità della famiglia e per donazione di sangue. Ma tutto è stato inutile. Simone era arrivato Messina lo scorso 12 luglio in elisoccorso per mancaza di posti letto negli ospedali più vicini al centro ragusano. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simone è morto al Policlinico, troppo gravi le ferite riportate

MessinaToday è in caricamento