Sinagra, decine di studenti della Primaria positivi al coronavirus: rischio focolaio

Su 24 in tre fanno parte dell'Istituto di Raccuja, controlli a tutti i familiari. Già scattate le misure per ridurre i contagi. Ordinanze del sindaco Nino Musca

Sinagra

Coronavirus, preoccupa la situazione di studenti a Sinagra e Raccuja. Ventiquattro i casi positivi al test rapido. L'Asp in collaborazione con l'Usca di Patti, con le amministrazioni comunali di Sinagra e Raccuja  e con l'Istituto Comprensivo di Castell'Umberto, hanno effettuato lo screening su parte della popolazione scolastica della Scuola Primaria di Sinagra e Raccuja. Su 93 cittadini testati, 24 sono risultati positivi al Test Rapido per l'individuazione dell'infezione da Covid-19. Tre di loro appartenengono alla comunità scolastica di Raccuja.

Tutti i cittadini testati e le loro famiglie sono stati posti dall'Asp in isolamento obbligatorio. Domani proseguirà il tracciamento dei cittadini di Sinagra a partire dalla restante popolazione scolastica e dai contatti stretti dei cittadini positivi. Il sindaco di Sinagra Nino Musca ha già firmato due ordinanze che prevedono da domani la chiusura di tutte le scuole per sette giorni con ipotesi di proroga e la chiusura del cimitero comunale. E' stato attivato, e rimarrà attivo fino alla cessazione del periodo di emergenza sanitaria ed epidemiologica, il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, Coc, ubicato presso la residenza municipale del Comune di Sinagra per le misure organizzative e preventive da adottare per contenere e affrontare l'attuale situazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento