Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Blocco dei cantieri per il Coronavirus, sostegno dei sindacati: Non si rinunci a “costruire” il futuro

I segretari di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil a tutela dei lavoratori: “Questo momento diventi occasione di un confronto sinergico tra tutte le forze politiche e sociali per preparare una indispensabile ripresa del comparto edile”

Un fermo dei lavori nei cantieri edili ma solo in presenza di concrete garanzie a tutela e sostegno dei lavoratori da parte di tutte le istituzioni coinvolte. E' il monito dei segretari generali della Feneal Uil Pasquale De Vardo, della Filca Cisl Giuseppe Famiano, e della Fillea Cgil Mario Mancini che hanno voluto manifestare sostegno e vicinanza ai lavoratori dei cantieri edili e a tutte le aziende “che, tra le tante difficoltà, provano a continuare a produrre anche quando purtroppo le condizioni di lavoro e quelle logistiche non sono le più adeguate a fronteggiare l'emergenza e a rispettare le direttive del governo”.

"Sono infatti tantissime - spiegano i sindacalisti - le segnalazioni che ci sono arrivate: dalla difficoltà di reperire le mascherine da utilizzare, agli spostamenti interni con i mezzi di cantiere che raggruppano ben oltre più di due persone a mezzo, all'impossibilità di consumare il pasto nelle locali delle mense perché sono chiuse così come quella di mantenere la distanza di almeno un metro l'uno dall'altro durante le fasi lavorative, senza considerare che per la specificità del settore e delle aziende non Messinesi presenti sul nostro territorio, tanti lavoratori sono pendolari provenienti da ogni zona d’Italia e dovrebbero continuare a viaggiare per tutto lo stivale anche durante questa fase critica. E questi sono solo alcuni dei disagi riscontrati. In questi giorni pur nell’incertezza del momento e tra mille difficoltà tante piccole e medio imprese del settore hanno autonomamente deciso di fermare le loro attività edili. Inoltre già da domani anche alcuni grandi appalti pubblici che investono la realtà Messinese sospenderanno le lavorazioni: decisione delle aziende condivisibile e necessario per salvaguardare la salute di tutti gli addetti ai lavori. Tutto questo dimostra ancora una volta un grande senso civico e di assoluta responsabilità che vige nel comparto edile.  Il settore delle costruzioni Messinese era già stato abbondantemente falcidiato da una sostanziale e profonda crisi ormai diventata strutturale e auspichiamo, quindi, che questo triste momento possa diventare presto solo un brutto e lontano ricordo e che finito il quale, diventi occasione e motivazione di un confronto sinergico tra tutte le forze politiche e sociali al fine di preparare una definitivamente quanto indispensabile ripresa del comparto edile Messinese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco dei cantieri per il Coronavirus, sostegno dei sindacati: Non si rinunci a “costruire” il futuro

MessinaToday è in caricamento