rotate-mobile
Cronaca Lipari

Collegamenti marittimi, il grido di allarme dei sindaci: "Stiamo andando a sbattere"

Anche i primi cittadini delle Eolie insieme ai colleghi siciliani saranno tra Palermo e Roma per solleciare un deciso cambio di rotta dei servizi di trasporto

Sindaci delle isole in tour tra Palermo e Roma per migliorare i collegamenti marittimi. Domenico Arabia di Santa Marina salina, Fabrizio D'Ancona di Pantelleria, Francesco Forgione di Favignana, Riccardo Gullo di Lipari, Filippo Mannino di Lampedusa e Linosa, Giacomo Montecristo di Leni e Clara Rametta di Malfa scrivono: "Stiamo “andando a sbattere” - è il caso di dirlo in gergo marinaro - in riferimento alla vicenda dei collegamenti marittimi tramite navi che si è venuta a determinare negli ultimi tempi a seguito delle tante vicende che riguardano la Società di navigazione Società Siremar Caronte & Tourist Isole Minori S.p.A. Tra vicende giudiziarie con relativi sequestri di navi, ricorso ad armatoria libera con aumenti da capogiro dei prezzi, incendi a bordo, guasti in navigazione e nei porti, carenza di manutenzione, ecc., le isole di Sicilia hanno subito notevoli danni e continuano a subirli. La situazione ormai è diventata insostenibile, le isole siciliane non sono “un osso da spolpare” e alla popolazione isolana non può essere negato il diritto alla libertà di movimento e, di conseguenza, alla “continuità territoriale”, come abbiamo continuamento rappresentato alle istituzioni preposte senza ottenerne i riscontri sperati".


Per i  forti disagi è stato deciso dai sindaci di manifestare il dissenso delle amministrazioni isolane e saranno oggi a Palermo all'assessorato Infrastrutture e all'assemblea Regionale per chiedere maggiore attenzione e la risoluzione immediata dei problemi riguardanti i collegamenti marittimi. Se la stiuazione dovesse rimanere tale i primi cittadini si recheranno a Roma dopo l’Epifania per rappresentare al ministero delle Infrastrutture e Trasporti e presso le sedi del Parlamento Nazionale (Camera dei deputati e Senato) maggiore attenzione su quanto sta accadendo e la risoluzione immediata dei problemi riguardanti i collegamenti marittimi delle isole di Sicilia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collegamenti marittimi, il grido di allarme dei sindaci: "Stiamo andando a sbattere"

MessinaToday è in caricamento