Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Ventilatori dalla Brigata Aosta e diecimila mascherine dalla Cina, la grande gara di solidarietà per aiutare i messinesi

Il rettore ringrazia il docente Daqi Zhang. Il direttore del Policlinico, Laganga: “Orgoglioso della squadra che si è creata. Impiegheremo fino all'ultimo centesimo per vincere questa battaglia”

Daqi Zhang con i colleghi di Unime

Continuano i gesti di generosità di privati e aziende, mobilitati per sostenere l'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico "G. Martino" impegnata a fronteggiare l'emergenza Covid.

Ultimi, in ordine di tempo, il personale della brigata "Aosta" che ha acquistato ventilatori polmonari, attraverso il fondo istituito dall'Università degli Studi di Messina; il sindaco di Messina Cateno De Luca e la società Amatori Basket che hanno fornito dispositivi di protezione (mascherine, in particolare).

"Il sostegno che stiamo ricevendo – afferma il girettore generale  Giuseppe Laganga – è talmente ampio che sicuramente rischiamo di commettere gaffe nel non citare qualcuno o nel non rispondere ai messaggi. Per questo, chiedo anticipatamente scusa. Vorrei però rassicurare tutti sul fatto che ogni donazione viene regolarmente ricevuta dall'amministrazione e prontamente messa a disposizione del personale. In più, proprio in questi giorni stiamo completando l'iter amministrativo per incassare i fondi di due raccolte on-line che si appoggiano a un'apposita piattaforma. Il sistema regionale ci sta garantendo il sostegno necessario, ma è chiaro che avere al fianco così tante persone che riescono a procurare attrezzature e dispositivi potenzia la nostra capacità di affrontare l'emergenza. In particolare è il settore dei dispositivi di protezione individuali quello in cui è richiesto maggiore impegno, trattandosi di materiale di consumo che va continuamente rifornito. Ma, al di là dei gesti concreti, ciò che ci dà forza è la vicinanza di privati, enti e aziende che in questo momento sentiamo più che mai al nostro fianco. A loro, a nome personale e di tutta l'Azienda - conclude Laganga -  oltre ai ringraziamenti voglio dare la rassicurazione che quanto stiamo ricevendo viene impiegato, fino all'ultimo centesimo e fino all'ultima mascherina, in questa battaglia nella quale siamo impegnati. Si è formata una grande squadra, di cui ci sentiamo orgogliosamente parte".

E a proposito di generosità, il rettore dell’Università di Messina ha manifestato profonda gratitudine per la donazione di diecimila mascherine da Daqi Zhang, docente della  China-Japan Union Hospital Of Jilin University”.

Il docente, d’accordo con il suo direttore Prof Hui Sun, e assieme all’Università di Jilin, ha inviato in dono 10.000 mascherine all’Università di Messina.

Daqi Zhang era stato Visiting Researcher presso la Divisione di Chirurgia Endocrina e Mininvasiva Policlinico G Martino (Direttore Prof G Dionigi) per approfondire le tecniche chirurgiche per la chirurgia della tiroide, paratiroide e surrene,  per sviluppare nuovi progetti scientifici di ricerca e consolidare collaborazioni internazionali con l’Università di Messina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventilatori dalla Brigata Aosta e diecimila mascherine dalla Cina, la grande gara di solidarietà per aiutare i messinesi

MessinaToday è in caricamento