rotate-mobile
MULTE E SOSPENSIONI

Nuovo codice della strada, occhio a queste infrazioni: scatta la sospensione della patente

Dall'abbandono di animali all'eccesso di velocità: tutti i casi in cui il ddl approvato alla Camera prevede la sospensione, anche breve, del documento di guida

La riforma del nuovo codice della strada voluta da Matteo Salvini è in corso e le novità per gli automobilisti sono diverse, a partire dalla sospensione della patente di guida. Nel disegno di legge approvato dalla Camera e trasmesso in Senato per l'approvazione definitiva ci sono nuovi casi in cui si viene sanzionati con la sospensione del titolo di guida, anche in modalità "brevi", senza dimenticare che per alcuni reati, come la guida in stato di ebbrezza, oltre la sospensione è prevista una multa e l'arresto.

Guida in stato di ebbrezza o dopo aver assunto droga: sospensione patente, sanzioni e arresto

Se durante un controllo viene rilevato un tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 grammi per litro è prevista una sospensione della patente da 3 a 6 mesi, a cui si aggiunge una sanzione tra 573 e 2.170 euro. È chiaro che più sale la presenza di alcol nel sangue più aumentano le sanzioni: se il tasso alcolemico è compreso tra 0,8 e 1,5 grammi per litro, si è puniti con la doppia sanzione, arresto fino a 6 mesi e ammenda da 800 a 3.200 euro, mentre la sospensione della patente può andare da 6 mesi a un anno.

Oltre gli 1,5 grammi per litro, l'arresto va da 6 mesi e un anno e ammenda da 1.500 a 6.000 euro, con sospensione della patente da uno a due anni. Tutte le ipotesi di guida in stato di ebbrezza portano alla decurtazione di 10 punti dalla patente e, in generale, sarà proibito circolare senza aver installato sull'auto l'alcolock, il dispositivo che impedisce l'avvio del motore in caso di rilevamento di un tasso alcolemico superiore a zero.

La situazione cambia in base all'età e al possesso o meno della patente. Se viene accertata la guida in stato di ebbrezza o dopo aver assunto droga per un conducente con meno di 21 anni, questo subisce il divieto di riceverne una nuova - anche in caso di conversione per patente rilasciata all'estero - prima di aver compiuto 24 anni. Se i reati sono commessi da una persona senza patente e minore di 21 anni scatta la sospensione che può durare fino a tre anni.

Chiunque verrà trovato alla guida drogato non dovrà più necessariamente essere in uno stato di "alterazione psico-fisica" - termine abolito nel testo di legge - ma dovrà risultare positivo ai test che poi porteranno alla revoca della patente e alla sospensione di tre anni.

Abbandono di animali: fino a un anno di sospensione

Se vengono abbandonati degli animali per strada tramite l'uso di un veicolo scatta la sospensione della patente da sei mesi a un anno. La stessa pena si applica a chi abbandona animali domestici "su strada o nelle relative pertinenze", se dall'abbandono scaturisce un incidente che porta alla morte o causa lesioni personali.

Eccesso di velocità: quando viene sospesa la patente

Se si viene multati per eccesso di velocità non scatta sempre automaticamente la sospensione della patente. La sanzione va da 173 a 694 euro tra i 10 km/h e i 40 km/h di superamento dei limiti. Se la violazione è compiuta all'interno di un centro abitato e per almeno due volte nell'arco di un anno, la multa sale tra 220 e 880 euro e in questo caso scatta la sospensione della patente da quindici a trenta giorni.

Esame per la patente, Messina sul "podio" in Italia: ha il minor numero di bocciati

La sospensione breve della patente: quando scatta e come funziona

Tra le novità più consistenti del nuovo codice della strada c'è la sospensione "breve" della patente. È progressiva, va di pari passo coi punti della patente e riguarda solo chi ne ha meno di 20. Ma bisogna specificare che la sospensione breve si applica solo a chi viene identificato nel momento della violazione. Se non si viene fermati subito non c'è alcuna sospensione. 

Per chi viene subito identificato la sospensione breve della patente dipende dunque dai punti in possesso: sette giorni da 10 a 19 punti, quindici giorni con meno di 10. Se l'infrazione causa un incidente stradale, a prescindere dal coinvolgimento di altre persone o veicoli, il periodo di sospensione raddoppia.

Cosa succede se si circola con la patente sospesa

Quando la patente viene sospesa viene ritirata dall'agente od organo di polizia ed è conservata dall'ufficio o comando di riferimento. Il periodo di sospensione inizia nel giorno del ritiro della patente che poi potrà essere ritirata dall'interessato o da un delegato. 

In caso di circolazione abusiva durante la sospensione, anche breve, sono previste sanzioni per migliaia di euro, da 2.046 a 8.186 euro, revoca della patente e fermo amministrativo del veicolo, che diventa confisca se la violazione è ripetuta.

Ci sono alcuni casi in cui è però è possibile circolare ugualmente, anche con la patente sospesa. Per un massimo di tre ore al giorno - usabili anche non consecutivamente - è possibile presentare un'istanza al Prefetto in presenza di disabilità, o di assistenza a una persona disabile, oppure per impossibilità di raggiungere il posto di lavoro con mezzi pubblici. Le ore concesse vengono recuperate prolungando il periodo di sospensione, aumentandolo di un numero di giorni pari al doppio delle ore complessive richieste.

Fonte: Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo codice della strada, occhio a queste infrazioni: scatta la sospensione della patente

MessinaToday è in caricamento