Cronaca

Covid, Aifa sospende l'uso del vaccino Astrazeneca: si ferma l'hub in Fiera

Diramata dalle Agenzie di stampa una nota dell'Aifa in cui in via precauzionale viene interrotto il dosaggio in tutta Italia. Stop alle iniezioni nei padiglioni di viale della Libertà

Colpo di scena sull'utilizzo del vaccino Astrazeneca. L'Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso di "Estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell'Ema, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale. Tale decisione é stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei". È quanto si legge in una nota di Aifa diramata da Agenzie di stampa. "Ulteriori approfondimenti - prosegue la nota - sono attualmente in corso". L'Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà "congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione". L'Aifa renderà nota "tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalita' di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno gia' ricevuto la prima dose" - conclude la nota. Da segnalare che il sito dell'Aifa è al momento in tilt. Il vaccino Astrazeneca è stato sospeso anche in Francia e Germania. 

Sospesa in tutta Italia la somministrazione di Astrazeneca

All'hub vaccini in Fiera è stato tutto sospeso in attesa di ulteriori comunicazioni. A Messina la procura sta indagando sulla morte di Davide Villa, il poliziotto dell'Anticrimine di Catania deceduto il 7 marzo, 12 giorni dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Gli accertamenti urgenti sono stati avviati dai pm etnei che hanno però trasmesso il fascicolo ai colleghi di Messina, competenti perchè la vittima era sposata con una giudice in servizio a Catania. Per legge la Procura competente, visto il coinvolgimento come persona offesa di un magistrato di Catania, è infatti quella di Messina. Villa aveva iniziato a stare male il giorno successivo all'inoculazione della dose. Le sue condizioni sono peggiorate fino al decesso. Al pronto soccorso gli è stata diagnosticata una trombosi che avrebbe poi causato un'emorragia celebrale. L'inchiesta sul decesso, ora coordinata dal procuratore Maurizio de Lucia, è stata aperta su iniziativa dei pm etnei. La famiglia di Villa non ha presentato denuncia. Il lotto di vaccino sospeso da Astrazeneca è stato somministrato nel capoluogo a docenti e ai vigili urbani. 

Vaccino Astrazeneca, la procura di Messina indaga sulla morte di Davide Villa

A Messina i vaccini Astrazeneca sono già stati somministrati a docenti, avvocati, magistrati e Forze dell'Ordine come i vigili urbani. La Regione aveva già sospeso in via precauzionale la somministrazione del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, così come disposto a livello nazionale dall'Aifa. "Il lotto in questione – aveva detto l'assessore alla Salute Ruggero Razza - non è stato distribuito solo in Sicilia ma anche in altre regioni. Da noi ne sono arrivate 20.500 dosi, ne sono state somministrate 18.194. Delle rimanenti 2.306 abbiamo sospeso l'inoculazione. Ho sentito il ministro Speranza che ci ha confermato la sospensione solo per questo lotto e la richiesta del governo italiano ad Aifa ed Ema di fare controlli a tutto campo. Il nostro auspicio, per evitare che la campagna di vaccinazione possa avere un contraccolpo, è che da parte dell'Aifa e dell'Ema vi siano al più presto delle parole ancora più chiare. Gli italiani e i siciliani hanno vissuto l'avvio della campagna di vaccinazione – aveva affermato l'assessore - con il sentimento della speranza, che deve ancora oggi permanere, poiché la campagna si avvia al coinvolgimento non solo delle fasce generazionali più adulte". 

Astrazeneca, sospeso lotto 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Aifa sospende l'uso del vaccino Astrazeneca: si ferma l'hub in Fiera

MessinaToday è in caricamento