Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Lockdown totale per tre settimane, De Luca: "Esenzioni fiscali per le imprese e family card fino a giugno"

Questa mattina il primo cittadino ha annunciato in diretta Facebook quali potrebbero essere le restrizioni e le misure a sostegno della città qualora Messina dovesse essere dichiarata zona rossa

Riattivazione del Centro operativo comunale della protezione civile, aiuti alle imprese tramite esenzione dal pagamento della tari e dell'acqua per sei mesi, sostegno alle famiglie tramite "family card". All'indomani della richiesta ufficiale della istituzione della zona rossa nel comune di Messina, Il sindaco Cateno De Luca si prepara a mettere in campo una serie di sussidi economici per sostenere economicamente imprese e cittadini fino a giugno.

"Esentiamo il 50% del pagamento dell'acqua, della spazzatura, del suolo pubblico per i primi sei mesi dell'anno - ha detto in diretta questa mattina dalla sua pagina facebook - Abbiamo trovato le risorse per portare la family card fino a giugno". Tuttavia mette in guardia i "furbetti" che hanno chiesto la card senza averne diritto. "State attenti perché abbiamo beccato qualche furbetto che prende il sostegno alimentare senza averne diritto - ha denunciato - Dalla prossima settimana partono le sciabolate, ormai vi abbiamo beccato. Restituite immediatamente la card". 

Per le 12 di questa mattina è convocato il tavolo tecnico a Palazzo Zanca dove, oltre alla giunta, all'Asp e ai presidente della partecipate, parteciperanno anche il presidente della commissione consiliare pubblica istruzione Piero La Tona, il presidente della commissione consiliare sanitò Giovanni Scavello, il presidente della commissione Servizi Sociali Placido Bramanti e lo stesso presidente del consiglio comunale Claudio Cardile. "Abbiamo cercato di coinvolgere tutti perché la decisione è delicata e non si può rinviare - ha aggiunto - La zona arancione in Sicilia è stata la cosa peggiore perché fra una settimana rischiamo di piombare in zona rossa". 

Per quanto riguarda le modalità di lockdown in città si tratterà di regole di restrizioni simili a quelle della primavera dello scorso anno. "Non ci sarà asporto, si chiude e si sta a casa", ha annunciato il primo cittadino. La decisione finale spetta comuqnue alla Regione che dovrà rispondere alla richiesta e stabilire se decretare per Messina la "zona rossa". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lockdown totale per tre settimane, De Luca: "Esenzioni fiscali per le imprese e family card fino a giugno"

MessinaToday è in caricamento