Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Via Consolare Pompea

Spari davanti alla discoteca della Litoranea, condannati in appello a 14 anni due giovani

I colpi di pistola esplosi nell'estate del 2017 dinnanzi al lido M'Ama. Quella sera rimase ferita una ragazza che per caso, proprio in quel momento, stava uscendo dal locale

Si conclude con la condanna a 14 anni il processo d’appello a due giovani, Alessandro Cutè e Gianfranco Aloisi, che a luglio 2017 esplosero diversi colpi di pistola all’impazzata davanti all’ingresso della discoteca M’Ama sulla Litoranea. Quella notte rimase ferita una giovane di 34 anni di Briga Marina che proprio in quel momento stava uscendo dalla discoteca insieme ad alcuni amici. La Corte d’Appello ha applicato un lieve sconto di pena rispetto ai  16 anni e 8 mesi del primo grado con la contestazione di tentato omicidio, condannadoli a 14 anni. L’accusa aveva chiesto la conferma della sentenza. A sostenere le ragioni della difesa l’avvocato Salvatore Silvestro mentre la parte civile è stata assistita dall’avvocato Antonello Scordo.

Fu un episodio gravissimo. Aloisi e Cutè furono individuati qualche giorno dopo la sparatoria dai carabinieri. Grazie anche alle immagini delle telecamere di sorveglianza, gli investigatori ricostruirono passo dopo passo i momenti drammatici della sera del 22 luglio 2017 davanti al locale di via Consolare Pompea. Attraverso testimonianze i carabinieri scoprirono che quella sera ai due giovani era stato negato l’ingresso nel locale, essendo una serata in cui si accedeva tramite inviti.  

Poco dopo i due tornarono armati di pistola sparando a casaccio mentre passavano davanti al locale in sella ad uno scooter.  Purtroppo proprio in quel momento stava per uscire dalla discoteca, in compagnia di alcuni amici, una giovane di 34 anni. Rimase ferita dai proiettili sparati per ripicca. A causa di quegli spari la ragazza si ritrovò ferita alle gambe e costretta ad un lungo ricovero. Le indagini fin dall’inizio portarono ai due giovani che, dopo qualche giorno, si presentarono spontaneamente dai carabinieri accompagnati dai rispettivi legali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari davanti alla discoteca della Litoranea, condannati in appello a 14 anni due giovani

MessinaToday è in caricamento