Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Spettacolo, la Regione risponde al grido d’allarme di Rete Latitudini ed enti siciliani

Incontro produttivo con l'assessore Messina. Tra le proposte al vaglio dell'Assemblea: incremento Furs, un fondo straordinario e digitalizzazione del settore.

Accolto dalla Regione Sicilia l’appello di Rete Latitudini insieme ad altri 90 enti attivi nel settore dello spettacolo dal vivo siciliano, che chiedevano un immediato confronto su un settore “bloccato” dall’emergenza in atto. 

I rappresentanti convocati il 4 aprile in video conferenza dall’assessore regionale Manlio Messina hanno chiesto che siano varate in tempi brevissimi norme per l’immissione di liquidità che possa riattivare l’intero settore, potenziando e semplificando il sistema del Furs Fondo Unico Regionale per lo Spettacolo. Le proposte costruttive sono state valutate positivamente dall’assessore e portate in Giunta per la condivisione con il presidente Musumeci e per essere successivamente approvate in Assemblea regionale. 
 
Queste le misure anticipate dall’assessore Messina, al vaglio dell’Assemblea per i Teatro, Musica e Danza: il Furs viene incrementato a 10 milioni di euro e potrà essere erogato, anche in caso di forzosa riduzione delle attività, sulla base dei contributi 2019; viene istituito un fondo straordinario di 5 milioni per compensare le perdite dello sbigliettamento; viene raddoppiato ed esteso anche al settore privato il fondo di garanzia R.I.S. per evitare il dissesto delle imprese di spettacolo. Tra i possibili interventi anche  il sostegno alla digitalizzazione dell’intero settore.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo, la Regione risponde al grido d’allarme di Rete Latitudini ed enti siciliani

MessinaToday è in caricamento