Cronaca Giostra / Largo Villa Lina

Anziani soli e donne maltrattate, le telefonate d'aiuto dei messinesi durante il coronavirus

In piena quarantena alzare la cornetta è per molti l'unico gesto per chiedere sostegno. A rispondere c'è anche lo sportello sociale del quinto quartiere. Un equipe di esperti volontari a disposizione dell'intera città

In pieno lock-down per contenere il coronavirus, il telefono è spesso l'unico amico in grado di aiutare chi soffre la solitudine o fa i conti con una situazione familiare drammatica che rischia di innescare violenza da un momento all'altro.

"Sola in casa, non mangio da cinque giorni", i messaggi choc degli anziani messinesi durante il coronavirus

A raccogliere le paure dei messinesi costretti in quarantena c'è anche lo sportello sociale riattivato nel 2018 dal quinto quartiere in accordo con l'amministrazione comunale. Un vero e proprio centro d'ascolto che esiste dal 2015, ma che dall'ultimo mese dedica tempo e risorse alle fasce più deboli soggette ai rischi della quarantena. 

A chiamare sono per lo più anziani costretti a vivere in solitudine, donne spaventate dai mariti violenti e famiglie in crisi economica. 

Il ritratto di una Messina silenziosa a cui è rimasta la sola possibilità di prendere in mano la cornetta e sperare in un aiuto. Richieste che per fortuna non cadono nel vuoto. A disposizione c'è un equipe di esperti formata da psicologi, pedagogisti, assistenti sociali e mediatori culturali. Uno staff di volontari che operano al fianco dei mediatori familiari che garantiscono il proprio contributo grazie a una convenzione con l'associazione italiana Aimef.

"Lo sportello - racconta a Messina Today il responsabile Francesco Mucciardi - è attivo dal 2015 e Messina è stata la prima città del sud dopo Napoli a beneficiarne. Inizialmente abbiamo offerto assistenza ai soli residenti del quinto quartiere, ma l'emergenza coronavirus ha aumentato in modo esponenziale le richieste e ci troviamo quindi a rispondere all'intera città".

Mucciardi ha scelto di mettere a disposizione il suo numero telefonico. "Ricevo soprattutto telefonate - spiega - ma c'è chi preferisce comunicare attraverso i messaggi. Sono soprattutto le donne che agiscono di nascosto al proprio marito. La quarantena, infatti, causa frequenti litigi coniugali e capita di ricevere la richiesta di aiuto da parte di chi subisce violenze psicologiche dal partner. Noi interveniamo subito per evitare che la situazione possa degenerare. Io faccio da filtro e in base alle necessità avvio una consulenza con gli esperti a nostra disposizione".

Chiedono sostegno anche gli anziani, così come chi è stato costretto ad interrompere un percorso con uno psicologo. "L'età media di chi si rivolge a noi - precisa Mucciardi - si sta alzando sempre più. In questo periodo gli anziani sono spesso soli e chiusi in casa e stanno iniziando anche loro ad utilizzare lo sportello. Ma c'è anche chi è in difficoltà perché non può più beneficiare di supporto psicologico poiché le strutture sono al momento chiuse per i casi meno gravi".

In aumento anche il numero di famiglie in crisi che attendono di ricevere aiuto economico dalle istituzioni. "Con la nascita della Messina Family Card - ammette Mucciardi - riceviamo tante richieste di chiarimento e assistenza per avere il bonus. In questo collaboriamo direttamente con il quinto quartiere. Un aiuto a 360 gradi in un momento difficile soprattutto per i meno fortunati".

Come contattare lo Sportello

Lo Sportello Sociale Socio-Psico-Pedagogico e di Mediazione familiare presso il centro civico di Villa Lina risponde ai numeri: 090 364495 e 347 7105024. 

In alternativa è possibile visitare la pagina facebook all'indirizzo: https://www.facebook.com/Sportello-Socio-psico-pedagogico-e-di-mediazione-familiare-V-circoscrizione-1737644092926811/

La squadra di esperti

Pedagogiste: Claudia Lo Cascio, Simona Maggiari, Stefania Molonia

Assistente Sociale: Gabriella Agrillo

Assistente alla Comunicazione: Carmelina Brigandì

AIMEF ( Associazione Italiana Mediatori Familiari): avvocato Natale Cento e l'intera equipe di Mediatori Familiari

Psicologi: Elisea Gervasi, Giampaolo Sottile, Giuliana Giorgianni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziani soli e donne maltrattate, le telefonate d'aiuto dei messinesi durante il coronavirus

MessinaToday è in caricamento