Cronaca

No all'uso del Giovanni Celeste a porte chiuse, il consigliere Sorbello scrive al questore

L'esponente politico chiede un cambio al diniego sull'utilizzo dello stadio per le gare interne del Fc Messina

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Ill.mo Sig Questore, leggo da notizie di stampa su Messinatoday che c'è il diniego della Questura alla possibilità, per il FC Messina, di disputare le proprie gare di Campionato al Celeste. Già la città non ha gli spazi che le spettano e Lei non vuole autorizzare l'uso di uno Stadio senza alcuna motivazione.  I giovani Messinesi che osservano i suoi dinieghi nei confronti di una realtà sportiva cittadina come l' Fc Messina,  già costretta a giocare senza il proprio pubblico per via della pandemia, cosa devono pensare delle Istituzioni se lo Stato non favorisce lo sport ? Cosa penseranno i tanti ragazzi del vivaio della stessa società che, spesso provenienti dalle zone a rischio, si ritrovano in un ambiente sano e protetto come quello di una grande famiglia sportiva ? Rifletta su quanto Le dice questo umilissimo Consigliere Comunale della tredicesima Città d'Italia. Non possiamo permetterci ulteriori impedimenti. Già bastano quelli dovuti al covid che, responsabilmente, stiamo rispettando. Non si può  impedire l'utilizzo di uno stadio a porte chiuse alla squadra calcistica della città. 
Sarebbe davvero un bel segnale da parte Sua voler autorizzare la Società sportiva fc Messina  a disputare le gare interne al Celeste a porte chiuse. Lei, unitamente a Sua Eccellenza il Prefetto, rappresenta tutti noi, Lei è lo Stato, ne va della credibilità di tutte le istituzioni. 
Con osservanza
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No all'uso del Giovanni Celeste a porte chiuse, il consigliere Sorbello scrive al questore

MessinaToday è in caricamento