Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Stadio, verso la gestione alternata Acr-Fc: ma resta l'incognita futuro

Il Comune alla ricerca di una soluzione giuridica per affidare il "Franco Scoglio". Ancora in standby il bando pluriennale. Ma occorre rispondere alle prescrizioni della Lega

I tempi della burocrazia non corrispondono a quelli sportivi. Ecco perché Palazzo Zanca dovrà studiare una contromossa per regolamentare la gestione del "Franco Scoglio" nei prossimi mesi. Per sciogliere le riserve sul bando di affidamento pluriennale (il Comune sta esaminando le controdeduzioni richieste al Football Club Messina) serviranno ancora diverse settimane. Ma intanto c'è da finire una stagione con tre partite di serie D ancora da disputare oltre all'appendice play-off.

Dopo la scadenza della concessione all'Acr Messina, la gestione alternata proposta dall'amministrazione comunale resta l'ipotesi più probabile, visto l'accordo di massima raggiunto con le due principali squadre cittadine. Tuttavia, resta il problema legato alla gestione futura fino a quando non si porrà la parola fine alla querelle sull'affidamento di 99 anni. "Stiamo lavorando per individuare una soluzione giuridica e gestionale - ha detto l'assessore allo Sport Francesco Gallo - che vada bene nel breve termine. Occorre rendere fruibile lo stadio e rispondere a tutte le scadenze che la Lega impone in virtù del ritorno tra i professionisti e della riapertura del pubblico". A riguardo l'amministrazione ha chiesto lumi alla Prefettura chiamata a chiarire se a vigilare dovrà essere la commissione comunale o direttamente Palazzo del Governo.

Non è stata ancora scelta la strada da seguire e la questione impianti sportivi resta un tema caldo anche per quanto riguarda le altre strutture. Il botta e risposta tra lo stesso Gallo e il consigliere comunale Massimo Rizzo ha riportato alle cronache il futuro di piscine, palazzetti e campi di calcio che il Comune vorrebbe dare ai privati sfruttando anche le agevolazioni che lo Stato ha garantito nel decreto sostegni. E Palazzo Zanca sta programmando nonostante lo slittamento al 2024 della nuova legge. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio, verso la gestione alternata Acr-Fc: ma resta l'incognita futuro

MessinaToday è in caricamento