Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Stalli rosa e per disabili, i Cinquestelle sollecitano l'amministrazione sulle modifiche al codice della strada

I consiglieri comunali pentastellati ricordano cosa cambia e quali sono le sanzioni per chi viola le regole in una città caotica come Messina

Istituzione di “stalli rosa” riservati alle donne in gravidanza e sanzioni più severe per chi occupa i parcheggi riservati senza autorizzazione. Sono solo alcune delle novità introdotte al Codice della strada dopo l’approvazione del DL Infrastrutture da parte del Consiglio dei Ministri. "Il Decreto - spiegano i consiglieri comunali del M5s Andrea Argento, Cristina Cannistrà e Giuseppe Fusco - prevede l’introduzione di specifici posteggi riservati alle donne incinte e ai genitori con figli fino a due anni, che potranno usufruire di un contrassegno speciale, denominato “permesso rosa”, oltre alla possibilità di riservare posti di sosta, a carattere permanente o temporaneo, anche ai veicoli elettrici. Si tratta di un provvedimento molto importante, soprattutto in una realtà complessa e caotica come quella di Messina, dove ancora sono tanti i passi da fare per quanto riguarda la mobilità, la sicurezza stradale e la qualità della vita, con particolare riferimento alle categorie che hanno bisogno di maggiore tutela. Per questo faremo tutto ciò che è di nostra competenza per spronare l’Amministrazione a realizzare questi stalli nel più breve tempo possibile".

"Fra le modifiche introdotte - proseguono - anche un rafforzamento delle sanzioni per chi occupa gli stalli rosa e altri parcheggi riservati senza essere autorizzato: ad esempio, verranno raddoppiate le multe per chi parcheggia negli spazi riservati alle persone con disabilità, con una sanzione compresa tra 168 e 672 euro. Previste inoltre delle multe più care anche per chi sosta nelle aree perdonali urbane". "Nello stesso decreto, per ciò che concerne le "Disposizioni urgenti in materia di investimenti e di sicurezza nel settore del trasporto marittimo" - concludono i consiglieri - sono stati stanziati per lo Stretto di Messina 37 milioni di euro da utilizzare nel triennio 2021-2023, che saranno affidate all’Autorità di Sistema Portuale con l’obiettivo di rendere le infrastrutture portuali più efficienti e migliorare i servizi per i pendolari. Un risultato reso possibile grazie al lavoro di squadra di tutti i rappresentanti istituzionali del MoVimento 5 Stelle».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalli rosa e per disabili, i Cinquestelle sollecitano l'amministrazione sulle modifiche al codice della strada

MessinaToday è in caricamento