Dipendenti Liberty Lines sul piede di guerra, l’Orsa chiede un incontro immediato

Il sindacato scrive alla Compagnia di navigazione e alle autorità competenti per affrontare le urgenti problematiche dei lavoratori

Stato d’agitazione del personale Liberty Lines, dopo le richieste inascoltate risalenti al 9 giugno scorso. A comunicarlo il sindacato Orsa che  scrive alla Compagnia di navigazione e alle autorità competenti per  rinnovare la richiesta di un incontro per affrontare le urgenti  problematiche dei dipendenti.

Tanti i chiarimenti  di cui la Compagnia dovrà prendersi carico: uguaglianza di remunerazione; discriminazione d'impiego ed occupazione, causa delle negatività nella maturazione dei riposi; improprio utilizzo delle ferie e riposi compensati; Comportamento antisindacale nel superamento mensile delle 60 ore di straordinario come da punto 6 art. 23  del contratto collettivo nazionale di lavoro (Ccnl). Attualmente sulle linee ministeriali ne vengono effettuate 90, a discapito dell'occupazione e della sicurezza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 E ancora la Compagnia, come si legge nel comunicato Orsa,  dovrà dare risposte sui seguenti punti: superamento delle 6 ore di navigazione come punto 3 art. 10 CCNL;  imbarco immediato per il personale a tempo indeterminato rientrante dallo sbarco per malattia o infortunio ; non liquidazione del TFR nello sbarco per malattia ed infortunio per il personale a Tempo Indeterminato; orario di lavoro come art.4 CCNL ; non applicabilità del punto 4 art 36 CCNL, per cui la società non paga l'indennità stabilita per le giornate di ferie non usufruite durante l'anno; Le giornate di Ferie devono essere godute durante l'imbarco e mai liquidate ; non godimento delle 10 ore di riposo sui due turni di servizio nell'arco delle 24 ore come da D.L. 271/99; pagamento RS per il personale sulle linee ministeriali che prende servizio a Milazzo; riconoscimento dei giorni brevi di malattia, attestati da certificazione medica, invece dell'illecito smaltimento dei giorni di ferie o di riposo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: otto a Messina

  • Omicidio o suicidio a Capo d'Orlando? Muore 48enne messinese con un coltello in corpo: vana la corsa in ospedale

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento