rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

"Niente buste paga e stipendi in ritardo", c'è maretta a Collereale: dichiarato lo stato di agitazione

La decisione dei lavoratori dopo l'assemblea, su proposta della Uil Fpl. Una nota spedita alla Prefettura che ha chiesto già approfondimenti all’organizzazione sindacale

"Niente buste paga e stipendi in ritardo". La Uil-Fpl di Messina, guidata dal segretario generale, Livio Andronico, accende i riflettori sulla cooperativa sociale che gestisce i servizi al Collereale. Dichiarato formalmente lo stato di agitazione con una nota spedita alla Prefettura di Messina che, sull’argomento, ha chiesto già approfondimenti all’organizzazione sindacale.

“Dopo vari tentativi esperiti dalla scrivente organizzazione sindacale, con i rappresentanti dell’I.P.A.B. Collereale, al fine di far regolarizzare i pagamenti degli stipendi al personale in servizio, in ritardo già da diversi mesi, è stata indetta l’assemblea dei lavoratori iscritti alla UIL Fpl, dipendenti della Coop - scrive il sindacalista - Il Principe Spes in servizio presso la Casa di Ospitalità Collereale di Messina. L’assemblea si è svolta in data odierna presso il Salone delle riunioni della Uil, per dibattere i gravi ritardi in merito ai mancati pagamenti che risalgono al mese di febbraio 2022. A seguito di ciò, dopo ampio dibattito, i lavoratori totalmente insoddisfatti, in quanto ad oggi, non sono pervenute date certe relative al pagamento delle mensilità pregresse, su proposta della Uil Fpl, hanno dichiarato lo stato di agitazione. Pertanto, si invita il prefetto di Messina, ad avviare le procedure di raffreddamento e di conciliazione nei termini previsti dall’art.5 dell’accordo 20 settembre 2001, in attuazione della legge 146/90. All’Ispettorato del lavoro di Messina si chiede un intervento ispettivo in considerazione della mancata consegna delle buste paga ai suddetti dipendenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Niente buste paga e stipendi in ritardo", c'è maretta a Collereale: dichiarato lo stato di agitazione

MessinaToday è in caricamento