Cronaca

Covid, al via i controlli ai pazienti più vulnerabili nelle strutture socio assistenziali regionali

La campagna lanciata dall'Ufficio Commissariale per l’emergenza e disposta dall’Assessorato regionale alla Salute, che coinvolgerà squadre di medici, anche in pensione, per l’esecuzione dei controlli sui pazienti. Sotto la lente Giovanni XXIII, The Family sub 58 e Santa Rita

Una serie di team dedicati ai controlli a favore dei pazienti anziani, i più a rischio di contrarre infezioni da coronavirus, ospitati nelle strutture socio-assistenziali residenziali della Regione Siciliana. E’ la campagna iniziata oggi, lanciata da questo Ufficio Commissariale per l’emergenza covid-19 e disposta dall’Assessorato regionale alla Salute, che coinvolgerà squadre di medici, anche in pensione, per l’esecuzione dei controlli sui pazienti, a cui si affiancherà anche la verifica dei requisiti strutturali e organizzativi da parte del personale aziendale.

Le attività di verifica sono iniziate oggi alle strutture Giovanni XXIII, The Family sub 58 e Santa Rita. L’iniziativa è coordinata dal professore Marcello Mezzatesta, vice coordinatori sono i dottori Gaetano Torre e Palmeri.

I team, che ad oggi sono due e contano cinque professionisti ciascuno, saranno implementati nei prossimi giorni da una commissione ispettiva che si occuperà della costituzione e del coordinamento delle squadre. Attualmente, hanno dato la loro disponibilità oltre venti medici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, al via i controlli ai pazienti più vulnerabili nelle strutture socio assistenziali regionali

MessinaToday è in caricamento