rotate-mobile
Cronaca

Green pass, corsa ai tamponi: preso d'assalto l'ex Gasometro

Lunghe file domenica sera per effettuare il test ed ottenere il via libera per i prossimi due giorni lavorativi. Troppe le richieste anche nelle farmacie

Tutto pur di non vaccinarsi. Ore di attesa all’ex Gasometro ieri sera per poter effettuare i tamponi e avere così la possibilità di usufruire del green pass per i prossimi due giorni lavorativi.

Lunghe file di auto lungo il viale della Libertà, all’ex Gasometro, dove si è tornato ad effettuare i test anticovid tutti i giorni, anche senza prenotazione.

Troppe le richieste di tamponi da quando il Green pass è obbligatorio nei luoghi di lavoro. Le domande sono quadruplicate nelle ultime settimane e le farmacie hanno difficoltà a gestire il servizio, oltre l’ordinario, anche le telefonate, i tamponi e, soprattutto la parte burocratica, la più impegnativa a livello di tempo.

I giorni “caldi” sono il lunedì e mercoledì.

Tante farmacie hanno prenotazioni fino a dicembre ma sono tanti anche i lavoratori che hanno pensato di effettuare il test domenica sera perchè le chiusure nel fine settimana di farmacie e laboratori di analisi fanno sì che la validità di 48 ore del certificato verde effettuato venerdì diventi inutile ai fini lavorativi.

Messina inatnto resta inchiodata sotto il 70 per cento di vaccinati, anche se il pericolo ventilato dalla Regione di istituire la zona rossa nelle aree che non superano il 75 per cento di immunizzazione, sembra scongiurato grazie anche ai numeri in calo di contagi e ricover. Ieri 44 i nuovi casi a Messina e provincia.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, corsa ai tamponi: preso d'assalto l'ex Gasometro

MessinaToday è in caricamento