rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Taormina

Litiga con un commerciante, poi rompe una bottiglia e lo colpisce

L'episodio è accaduto a Taormina, responsabile un giovane deferito dai carabinieri. Un arresto e cinque denunce durante i controlli per il Ferragosto

Violenza, droga e possesso ingiustificato di armi. Il Ferragosto appena trascorso si è rivelato impegnativo per i carabinieri di Taormina i cui controlli hanno portato a un arresto, cinque denunce e quindici segnalazioni per uso di sostanze stupefacenti. Tra i fermati anche un giovane che, dopo un diverbio per futili motivi, ha minacciato e colpito con un coccio di bottiglia un commerciante della zona. L'aggressore è stato deferito in stato di libertà. Stessa sorte anche per altri quattro soggetti per possesso di droga, armi e oggetti atti ad offendere e molestie alle persone. 

Arrestato, in flagranza di reato invece, un 23enne del taorminese per evasione. Il giovane, che si trovava sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai Carabinieri fuori dalla propria abitazione senza autorizzazione. Lo stesso si era allontanato dall’abitazione senza giustificato motivo approfittando del fatto che era stato controllato dagli uomini dell’Arma poco prima. Il 23enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, al termine del quale il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto operato dai arabinieri e ha disposto la sua sottoposizione ai domiciliari.

Infine, durante il servizio, che ha consentito di controllare 130 persone e 50 veicoli con la contestazione di 12 violazioni al codice della strada, 15 persone sono state segnalate alla Prefettura di Messina quali assuntori di stupefacenti, poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente di tipo marijuana e cocaina, detenute per uso personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con un commerciante, poi rompe una bottiglia e lo colpisce

MessinaToday è in caricamento