Bolognari non “chiude” Taormina, la funivia si adegua alle nuove disposizioni sui trasporti

Trasporterà quattro persone a vettura per rispettare il metro di distanza e la capienza massima. Rafforzati i controlli

Prosegue l'attività della funivia di collegamento tra Taormina centro e Mazzaró malgrado la riduzione dei posti disponibili. "La funivia - riferisce il direttore di esercizio del sistema di collegamento, Sergio Sottile - trasporterà 4 persone a vettura per rispettare il metro di distanza e la capienza massima. Il nuovo dispositivo sui trasporti prevede il 50% e sarebbero, quindi 6 persone a cabina, ma per tenere il metro di distanza dobbiamo scendere a 4. Al momento il traffico passeggeri è basso. Siamo pronti, comunque, ad aumentare la frequenza delle corse se dovesse servire. Al momento è possibile ospitare nelle cabine a disposizione 16 passeggeri a corsa". Si sta, dunque, andando avanti in un servizio gestito da Asm, che è guidata dal commissario Antonio Fiumefreddo.

A Taormina, dopo il vertice per la sicurezza e l'Ordine pubblico convoato in prefettura, il sindaco Mario Bolognari ha deciso di non disporre nessuna chiusura di strade e piazze dopo le 21 ma più controlli, che sono già scattati con la collaborazione di polizia di Stato e polizia municipale.  La decisione di Bolognari “per l'attuale situazione di tranquillità della vita serale e notturna, anche nei fine settimana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento