rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Viale San Martino / Via Santa Cecilia

Statua di via Don Blasco, verrà rimossa la "targa della discordia"

Portata via la lastra di marmo con i nomi di chi ha contribuito alla realizzazione dell'opera di Alex Caminiti. La decisione dopo le ultime polemiche, ma l'artista annuncia: "Tornerà presto in altra veste"

Verrà rimossa a breve la targa ai piedi della statua "Messina" della nuova via Don Blasco. La decisione, presa dallo stesso artista Alex Caminiti che ha firmato l'opera, dopo le polemiche scoppiate negli ultimi giorni. Intorno a quell'elenco di nomi dei cittadini che hanno volontariamente contribuito alla realizzazione del monumento, si è generata infatti tanta confusione, fino a spingere lo stesso Caminiti a fare un passo indietro. Qualcuno avrebbe perfino telefonato ai singoli benefattori, finiti inconsapevolmente nell'occhio del ciclone, chiedendo spiegazioni.

Smentite, invece, le voci riguardanti un presunto conflitto con la commissione Toponomastica di Palazzo Zanca legato alla mancanza di autorizzazioni. La targa non può essere infatti assimilabile a quelle utilizzate per l'intitolazione di vie o piazze che necessitano invece di un apposito iter.

Tuttavia, presto la statua dedicata alla città, tornerà all'origine. Nelle prossime settimane verrà infatti ricollocata una nuova targa, ma questa voltà sarà più piccola e sobria, senza alcun richiamo "funebre" sottolineato sui social. L'idea di Caminiti è quella di realizzare una lastra in bronzo in cui sarà inciso un testo curato dall'architetto Nino Principato, la parte con l'elenco di nomi, invece, verrà inserita sul lato nascosto della targa e potrà essere visibile solo nel 2122 quando appunto potrà essere ruotata. Una trovata dello stesso artista messinese che rimanda ad un futuro lontano, ironizzando al contempo sul presente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statua di via Don Blasco, verrà rimossa la "targa della discordia"

MessinaToday è in caricamento