menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'omicidio di Lorena Quaranta, panchina rossa e targa alla memoria: il rettore Cuzzocrea a Favara

Santa Messa e cerimonia voluta dallo zio della studentessa assassinata da fidanzato a Furci Siculo lo scorso 31 marzo. Sarà presente anche il Magnifico e il professore Francesco Cordura con il quale Lorena, ad ottobre, avrebbe discusso la tesi di laurea

Prima la santa messa alla chiesa di San Giuseppe artigiano di piazza don Giustino a Favara, paese d’origine della studentessa Lorena Quaranta, assassinata da fidanzato a Furci Siculo lo scorso 31 marzo.

Poi - rispettando le regole anti-Covid - i familiari, le autorità religiose e politiche si trasferiranno in piazza Cavour dove, nel giardino della biblioteca comunale, verrà scoperto un monumento in memoria delle vittime del femminicidio. Alla cerimonia di questo pomeriggio dovrebbero essere presenti il rettore dell'università di Messina, Salvatore Cuzzocrea, e il professore Francesco Cordura con il quale Lorena, ad ottobre, avrebbe discusso la tesi di laurea. 

La lapide e la panchina rossa sono state realizzate per volere dello zio di Lorena che ha fatto propria la proposta dell'università della terza età, "Empedocle".  Questo pomeriggio, idealmente, Favarà tornerà ad abbracciare la sua "figlia" scomparsa prematuramente e tragicamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento