Taser e bastoni allungabili per la polizia municipale, la richiesta del Csa al Comune

Il segretario del sindacato Gaetano Giordano ha lanciato la proposta all'amministrazione De Luca

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

"Taser e bastoni allungabili per la Polizia Locale". La richiesta in una lettera al sindaco De Luca e all'assessore Musolino. La proposta del sindacato di categoria Csa, unico sindacato firmatario di CCNL Enti Locali insieme i confederali. Tutto cio servirebbe per aumenentare la sicurezza degli operatori di polizia locale impegnati sul territorio, garantendo così  la loro incolumità personale. Gli agenti della Polizia locale di Messina sono in prima linea per garantire la sicurezza, quindi devono poter avere in equipaggiamento, per tutelare la loro incolumità personale, i taser e i bastoni distanziatori. Questa, in estrema sintesi, la richiesta che il sindacato  CSA  a firma del segretario provinciale  Giordano Gaetano ha chiesto in una missiva inoltrata al sindaco, all’assessore alla PM, all'assessore alla  Sicurezza nei luoghi di lavoro, al dirigente della PM Ing. Domenico Signorelli e, per conoscenza, alla Direzione generale sicurezza della Regione. Con il cosiddetto “decreto sicurezza 1” emanato dal governo Conte-1, convertito in via definitiva dal Parlamento nel dicembre del 2018, è stato sancito che i Comuni con più di 100.000 abitanti possano dotarsi di armi ad impulso elettrico ed avviare una fase di sperimentazione al fine di dotare il Corpo di Polizia Municipale del “taser”, mentre l’attuale governo Conte-bis ha approvato un regolamento per dotare la Polizia di Stato di tale arma.

Il regolamento comunale per l’utilizzo del “taser” è stato già adottato da diversi Comuni, che hanno avviato con successo anche la fase della sperimentazione con i corpi di Polizia municipale. Ora la proposta arriva anche a Messina, attraverso una nota presentata dal dirigente sindacale del Csa Gaetano Giordano, componente del direttivo nazionale.  Giordano propone di modificare il regolamento per prevedere e disciplinare questa opportunità di salvaguardia della salute e della incolumità del personale su strada.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento