rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Sicurezza urbana, il Comune "vede" come una lince: ecco le telecamere che riconoscono i volti

Sempre più tecnologico il progetto MEsM@RT contro incivili e malviventi. Il sistema permette adesso tracciare e memorizzare gli spostamenti con il riconoscimento di persone o targhe

Diventa sempre più tecnologico il servizio di videosorveglianza attivato dal Comune per scongiurare atti incivili o criminali. Le 300 telecamere collocate in città, nell'ambito del progetto MEsM@RT, permettono adesso di individuare veicoli e persone, identificandone i volti e tracciandone gli spostamenti sul territorio ricercando nel proprio motore di ricerca al fine di evidenziare determinati comportamenti. Successivamente viene mandato un alert alla polizia municipale la quale avrà la possibilità, oltre all’individuazione della targa, di gestire direttamente il movimento della telecamera e di attivare uno speaker per comunicazioni vocali al trasgressore. Quanto mostrato rappresenta un test di funzionamento di un sistema complesso di monitoraggio del territorio che, una volta in esercizio, sarà regolato da tutte le norme vigenti in tema di trattamento dei dati personali e della privacy.

Il sistema è stato presentato ieri pomeriggio a Palazzo Zanca alla presenza del sindaco Cateno De Luca, del vice Carlotta Previti, degli assessori Massimiliano Minutoli e Dafne Musolino e del direttore generale Federico Basile  All'incontro hanno partecipato, inoltre, il RTD e responsabile del Servizio Sistemi Informativi ed Innovazione tecnologica del Comune, Placido Accolla, i funzionari del Servizio, Enzo Brunello e Antonio Caridi e le aziende partner che, a vario titolo e in stretta sinergia, hanno contribuito alla buona riuscita del progetto: Intellera Consulting, Almaviva, Motorola-Avigilon e Laser Service.

Il progetto MEsM@RT, finanziato con i fondi PON Metro, ha come scopo principale la creazione di un ecosistema fatto di infrastrutture, sensori, sistemi informativi a supporto all’Amministrazione e degli Enti coinvolti, per garantire alla “Smart City Messina” una migliore capacità di resilienza e pianificazione della città, a supporto del cittadino, nell’ottica di offrire servizi informativi di interesse sullo stato di salute della città. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza urbana, il Comune "vede" come una lince: ecco le telecamere che riconoscono i volti

MessinaToday è in caricamento