rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Taormina

Pazienti Covid e pronto soccorso in difficoltà, ancora disagi e lunghe attese

La curva dei contagi e in discesa, ma negli ospedali messinesi resta alto il numero di utenti positivi che richiedono assistenza

La curva dei contagi continua a scendere, ma l'emergenza Covid non è ancora finita, soprattutto negli ospedali messinesi. Si registrano, infatti, ancora disagi nei pronto soccorso delle varie strutture sanitarie attrezzate per fronteggiare la pandemia. Medici e infermieri costretti a fare i conti con l'arrivo di pazienti positivi da gestire e con la necessità di adeguare tutte le fasi dell'assistenza.

Ed è inevitabile assistere ad un prolugamento dei tempi di attesa. Dopo i disagi registrati quattro giorni fa al Policlinico, dove una donna ha atteso per tre ore in ambulanza, situazioni simili si sono verificate in provincia. Ieri a Taormina il servizio del pronto soccorso è stato interrotto in diverse occasioni vista la necessità di sanificare i locali in cui hanno sostato i pazienti contagiati, evidentemente arrivati in un numero più alto rispetto ai giorni precedenti. C'è chi ha parlato di uno stop durato addirittura 12 ore, circostanza smentita dalla direzione dell'ospedale attraverso le parole del direttore sanitario Paolo Cardia che ha inoltre precisato come sia stata comunque garantita la precedenza ai casi più urgenti. Ma le attese hanno spinto alcuni parenti delle persone in cura a contattare le forze dell'ordine. 

Ospedali in affanno anche in altri centri della provincia dove spesso convergono più ambulanze con positivi a bordo a pochi minuti di distanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazienti Covid e pronto soccorso in difficoltà, ancora disagi e lunghe attese

MessinaToday è in caricamento