Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Malato di tumore dovrà attendere aprile 2022 per una visita: "Ma in quella data rischia di non esserci più"

L'associazione "Donare è vita" contro i tempi lunghi della sanità pubblica. La lettera all'assessore Razza

Ha urgente bisogno di una visita diabetologica, ma la prima data utile è ad aprile 2022. È la storia di un 72enne messinese malato di tumore che deve sottoporsi all'esame entro 72 ore così come indicato dai medici.

A raccontare la vicenda è l'associazione "Donare è vita" che interroga l'assessore regionale Ruggero Razza sui tempi lunghi della sanità pubblica.

"Il signor Speranza (nome di fantasia per tutelare la privacy) - scrive Gaetano Alessandro- paziente oncologico di 72 anni, che ormai combatte contro un tumore che sta avendo la meglio su di lui, seguito al reparto di oncologia del Policlinico Universitario G. Martino di Messina, sottoposto a chemioterapia accompagnata da relativi farmaci cortisonici, così come da protocollo, causa livelli altissimi di glicemia ha urgente bisogno di visita diabetologica di controllo, impegnativa richiede prenotazione entro 72 ore, al paziente immunodepresso e fortemente debilitato viene data come prima data utile a Messina giorno 13 aprile 2022. E’ molto probabile che il signore “Speranza” il 13 aprile 2022 non sia più tra noi ma io sono qui a scrivere per lui, per me e per tutti i cittadini siciliani e non, perché vogliamo che la finiate di calpestare i nostri diritti sanciti in primis dalla Costituzione Italiana". 

Da qui l'appello alla Regione affinché trovi una soluzione che possa ridurre i tempi di attesa in casi di malattie così gravi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malato di tumore dovrà attendere aprile 2022 per una visita: "Ma in quella data rischia di non esserci più"

MessinaToday è in caricamento