rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Rischia la vita il giovane ustionato di Capri Leone, i medici rinunciano al trasferimento a Roma

Il 25enne che ha tentato il suicidio è ora ricoverato alla rianimazione dell'ospedale di Milazzo. In Sicilia non ha trovato posto nei centri grandi ustioni

Non è stato eseguito il trasferimento a Roma del giovane che ieri si è dato fuoco a Capri Leone. Troppo gravi le condizioni del 25enne che ha ustioni sul 70-75% del corpo per procedere con il trasferimento al Sant’Eugenio. I medici hanno preferito aspettare che le sue condizioni si stabilizzino e il giovane si trova ora ricoverato all’ospedale di Milazzo.

Era già in volo con l’elicottero del 118 autorizzato alla traversata per il suo viaggio verso il centro grandi ustioni di Roma - dal momento che in Sicilia non ha trovato posti letto disponibili né a Catania - né a Palermo, quando i medici di bordo hanno rinunciato al trasferimento portando l’ammalato alla rianimazione più vicina e provvista di rianimazione, dunque all’ospedale di Milazzo.

In queste ore il giovane è stato sottoposto a terapia intensiva e ulteriori accertamenti radiologici e specialistici ma la situazione resta gravissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischia la vita il giovane ustionato di Capri Leone, i medici rinunciano al trasferimento a Roma

MessinaToday è in caricamento