Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Viale della Libertà

Vigili urbani, Comune di Villa e meteo: i punti di crisi dell'ordinanza antitir

Il vicesindaco Mondello spiega dopo il vertice in prefettura perché i provvedimenti di divieto dei mezzi pesanti al transito in Centro non vengono rispettati totalmente. In attesa del completamento del porto di Tremestieri

L'ordinanza antitir è in vigore ma non si può rispettare in pieno. Oggi, dopo l'incontro di ieri in prefettura, il vicesindaco e assessore alla Viabilità Salvatore Mondello spiega quali sono i punti di crisi che non permettono a oggi la totale applicazione del provvedimento 488 del 2013 introdotto dall'amministrazione Accorinti.

"Fermo restando la rigorosa applicazione dell’Ordinanza sindacale e la ferma repressione delle violazioni, si deve anche tenere presente che in determinate occasioni - scrive Mondello - (come i giorni di esodo/controesodo o quando le condizioni metoeomarine impediscono l’utilizzo dell’approdo emergenziale di Tremestieri) l’approdo alla rada San Francesco costituisce una via obbligata, poiché se così non fosse tutta la città verrebbe invasa dai Tir. Ciò su cui è necessario richiamare l’attenzione, a parere dell’Amministrazione, è che non vi è alcuna misura che impedisca ai mezzi gommati di raggiungere la città di Messina dall’autostrada o dalla riva opposta, senza contare la particolare condizione del comune di Villa San Giovanni per il quale vige un’ordinanza prefettizia che dispone, in considerazione della carenza degli spazi di sosta e per evitare che tutta la città resti bloccata dai Tir in attesa di imbarco, tutti i mezzi in attesa devono essere imbarcati sulla prima nave in approdo, indipendentemente dal fatto che la stessa faccia rotta per il porto di Tremestieri o per la rada San Francesco.

Accade così che nei giorni di emergenza, Messina viene attraversata da migliaia di mezzi che raggiungono la città senza alcuna limitazione o scaglionamento delle quantità. Su questo aspetto - continua il vicesindaco - è urgente avviare fin da subito una riflessione considerato che entro la prossima estate tutto il traffico autostradale proveniente da Catania e da Palermo verrà dirottato, mediante un bypass, sul viale Giostra per poi reimmettersi sull’asse autostradale. E’ facile immaginabile quanto disagio comporterà questa soluzione, l’unica possibile per consentire il completamento dei lavori di messa in sicurezza dei viadotti autostradali, e quale impegno verrà richiesto alla Polizia Municipale per gestire un simile afflusso veicolare. Il Comune conferma il massimo impegno – conclude il vicesindaco Mondello – per il rispetto dell’ordinanza n. 488/2013 e rende noto di avere già avviato un percorso che porterà ad adottare gli eventuali correttivi anche in considerazione delle criticità appena esposte e per gestire quelle, ulteriori ed inevitabili, che si verificheranno con la realizzazione del bypass autostradale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili urbani, Comune di Villa e meteo: i punti di crisi dell'ordinanza antitir

MessinaToday è in caricamento