Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via Vittorio Emanuele

Nuova ordinanza su divieto e transito dei tir, la Musolino: "Una presa in giro quella attuale"

Nuova riunione al Comitato portuale sul passaggio dei mezzi pesanti e la mancata applicazione della determina 488 del 2013. Il provvedimento modificherà quanto previsto dall'amministrazione Accorinti, 250 i mezzi pesanti che in media attraversano ogni giorno il Centro

Incidente sul viale Europa provocato da un camion (foto archivio)

Una nuova ordinanza antitir. Sarà definita e pubblicata a inizio ottobre e modificherà radicalmente quella del 21 ottobre 2013 n. 488 (amministrazione Accorinti) del dipartimento Viabilità e oggetto dell'ultima riunione in prefettura e di un esposto del consigliere comunale Alessandro Russo per la mancata applicazione. Saro Visicaro del comitato La Nostra Città sollecita invece da anni di togliere la concessione alla rada San Francesco.

L'annuncio è dell'assessore all'Ambiente Dafne Musolino dopo la riunione che si è tenuta ieri al Comitato Portuale insieme al vicesindaco Salvatore Mondello dove si è discusso sui problemi legati all’attraversamento dello Stretto. L’incontro fa seguito agli impegni presi durante il tavolo tecnico convocato lo scorso giovedì dal prefetto Maria Carmela Librizzi. "Dal confronto è emersa la disponibilità - si legge nel comunicato stampa del Comune - sia da parte delle associazioni di categoria degli autotrasportatori, sia dagli altri soggetti coinvolti, a condividere un percorso atto a migliorare ed integrare quanto già messo in campo dalle precedenti Amministrazioni. E’ stata inoltre evidenziata l’esistenza di una corposa documentazione relativa ai dati riguardanti i flussi e le tipologie di mezzi presenti in città, che sarà utile per affrontare in maniera più complessiva l’annoso problema. È stato già programmato un successivo tavolo tecnico operativo ristretto oltre che agli esponenti della Giunta presenti, agli attori coinvolti a vario titolo che risultano centrali per la questione". Secondo gli ultimi dati sono 250 i tir che ogni giorno attraversano in media le strade del centro cittadino. 

"Terremo un'ultima riunione nei prossimi giorni con i Vettori e la Capitaneria di porto - afferma la Musolino - nei primi giorni di ottobre definiremo la nuova ordinanza sul transito dei tir nelle strade centrali, quella attuale possiamo dire chiaramente che è una presa in giro, è troppo generalizzata e non risolve sia le esigenze degli autotrasportatori che devono ad esempio entrare in città sia l'obbligo di chi deve lasciare la Sicilia e lo può fare da Tremestieri garantendo sicurezza ai cittadini e rispetto dell'ambiente, questo in attesa che la piattaforma logistica e il nuovo porto siano completati, è certo che l'ordinanza del 2013 non va bene e non ha prodotto gli effetti che si speravano". I punti nel dettaglio devono ancora essere completati del tutto ma la determina 488 sulla circolazione dei veicoli superiori a 3,5 tonnellate che vieta il transito dalle 7 alle 9 e dalle 12 alle 14 su viale Boccetta, viali Europa e Gazzi sarà stravolta. La 488 prevede la deroga al divieto per condizioni meteo avverse e in occasione di prolungati stazionamenti superiori a 60 minuti dei mezzi pesanti agli imbarchi di Tremestieri e un presidio continuativo dei vigili urbani al piazzale Campo delle Vettovaglie e il "serpentone" tra i viali della Libertà e Giostra. Dopo la riunione in prefettura il vicesindaco Mondello aveva spiegato in una lunga nota i punti critici che non permettono al Comune di far rispettare l'ordinanza attuale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova ordinanza su divieto e transito dei tir, la Musolino: "Una presa in giro quella attuale"

MessinaToday è in caricamento