Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Tir in città, amministrazione incapace di far rispettare i divieti: Russo si rivolge al prefetto

Ignorata l'ordinanza del 2013 che vieta ai mezzi pesanti di attraversare il centro città. L'esposto del consigliere comunale dopo la mancanza di controlli e sanzioni della polizia municipale

Dopo le interrogazioni e i reportage fotografici, il consigliere Alessandro Russo tira in ballo direttamente il prefetto sulla questione tir. 

L'esponente di LiberaME ha infatti presentato un esposto al Palazzo del Governo. L'ultimo tentativo per trovare una soluzione definitiva al problema dei mezzi pesanti che continuano indisturbati ad attraversare le vie del centro cittadino, nonostante dal 2013 un'ordinanza lo vieti categoricamente. 

Della questione si era interessato più volte anche Saro Visicaro, rappresentante del comitato "La nostra città", più volte in piazza per sottolineare i rischi per l'incolumità pubblica derivanti dalla presenza dei camion. Negli ultimi anni si sono verificati diversi incidenti che hanno visto protagonisti gli autotreni, spesso con conseguenze tragiche. 

I tir che arrivano e partono da Messina, infatti,  sono obbligati a servirsi dell'approdo di Tremestieri.  A far rispettare la norma sono chiamati i vigili urbani con un presidio fisso nei pressi degli imbarcaderi privati e nelle strade del centro cittadino che portano agli approdi della stazione marittima. Ma qualcosa da tempo non funziona. 

Finora, sollecitata dallo stesso Russo, l'amministrazione comunale ha giustificato i mancati controlli con la cronica carenza di personale con cui da anni fa i conti la polizia municipale. E gli stessi vigili urbani hanno ammesso le difficoltà, ribadendo che solo saltuariamente è possibile eseguire i controlli agli imbarcaderi e sanzionare i trasgressori. 

Russo chiede dunque al prefetto l'utilizzo delle forze dell'ordine per risolvere il problema e far rispettare l'ordinanza. "Chiedo l'intervento  in leale collaborazione con l’amministrazione locale, incapace di farvi fronte autonomamente - per poter finalmente assicurare che, con il contributo delle forze dell’ordine, le previsioni di assoluta rilevanza per la sicurezza dei cittadini di Messina previste dalla determina dirigenziale nr. 488/2013 siano fatte applicare, ristabilendo condizioni di vivibilità e sicurezza che ad oggi non sono assicurate, di fatto riportando la città di Messina a quella emergenza che, negli anni scorsi, la rese oggetto di varie dichiarazioni di stato di emergenza proprio per il transito di mezzi pesanti in centro città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tir in città, amministrazione incapace di far rispettare i divieti: Russo si rivolge al prefetto

MessinaToday è in caricamento