Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Torre Faro

Torre Faro non vuole passare un'altra estate in preda a caos e disorganizzazione

A Palazzo Zanca si tornerà a discutere sui provvedimenti da adottare per migliorare la viabilità della zona. Residenti e commercianti pronti a ribellarsi per non rivivere gli stessi problemi dello scorso anno. I 5 Stelle rilanciano: "Ztl e telecamere per controllare gli accessi"

L'estate 2021 potrebbe essere quella della svolta per Torre Faro e i suoi abitanti, da anni alle prese con il caos e l'inciviltà che regnano incontrastati da giugno a settembre senza che finora nessuno sia riuscito a trovare i giusti correttivi. Il riferimento in particolare è alla viabilità che durante la stagione estiva diventa ingestibile con le piccole vie del villaggio intasate di auto e motorini mentre i bus restano bloccati a causa della sosta selvaggia. L'anno scorso il rimedio della parziale pedonalizzazione è arrivato troppo tardi e adesso residenti e commercianti della zona di aspettano risposte concrete dall'amministrazione.

Esplode la primavera, Capo Peloro presa d'assalto: assembramenti e poche mascherine

Della problematica si discuterà domani durante i lavori della commissione Mobilità di Palazzo Zanca. In aula ci saranno gli assessori Salvatore Mondello e Dafne Musolino insieme al dirigente del dipartimento Servizi territoriali e Urbanistici Antonio Cardia.

A tenere alta l'attenzione è anche il Movimento 5 Stelle, promotore del dibattito a Palazzo Zanca. Il capogruppo Cristina Cannistrà chiede in particolare delucidazioni sulle sorti del parcheggio delle Torri Morandi e sui provvedimenti al vaglio della giunta. I pentastellati puntano all'istituzione di una Ztl e alla regolamentazione del traffico veicolare con l'ausilio di telecamere fisse per il controllo degli accessi e dei flussi. Proposte che lo scorso marzo erano state presentate all'amministrazione facendo seguito all'atto di indirizzo presentato a novembre del 2019 e poi approvato all'unanimità dal Consiglio comunale il 15 gennaio dello scorso anno.

"Dopo l'esperienza in chiaro scuro della scorsa estate, quando è stata attuata una parziale e tardiva pedonalizzazione di alcune vie di Faro - precisa Cannistrà -
gli abitanti del borgo hanno dovuto fare i conti con i disagi di sempre, che si sono acuiti con l'arrivo delle belle giornate, soprattutto nei weekend. Ormai siamo giunti ad aprile e non è più possibile temporeggiare: i residenti e i commercianti pretendono delle risposte urgenti, e sono stanchi di dover affrontare quotidianamente confusione, ingorghi e inciviltà. Un problema che si protrae da troppo tempo e che di certo non può essere risolto solo con i presidi fissi della
Municipale. Chiediamo nuovamente all'amministrazione di dare seguito al più presto alla nostra proposta e di attuare in modo continuativo quanto indicato
nella mozione di indirizzo per una riqualificazione funzionale dell'intera area, con immediati benefici per la sicurezza pubblica, la tutela dell'ambiente e in generale per una migliore qualità di vita".

Il Movimento ribadisce la disponibilità a condividere il progetto dettagliato redatto dagli attivisti del meetup "Grilli dello Stretto", già presentato nel settembre 2019 a Palazzo Zanca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Faro non vuole passare un'altra estate in preda a caos e disorganizzazione

MessinaToday è in caricamento