rotate-mobile
Cronaca

Dal Gallo al Giampilieri, la Regione interverrà su ottanta torrenti a rischio

La Struttura contro il dissesto idrogeologico, si appresta a compiere in città le opere dopo avere stanziato complessivamente oltre 8 milioni di euro

Ottanta torrenti da mettere in sicurezza. La Struttura contro il dissesto idrogeologico, si appresta a compiere a Messina gli interventi dopo avere stanziato complessivamente oltre 8 milioni di euro. Circa ottanta i torrenti sui quali si interverrà lungo tutto il loro percorso, ma anche sulle foci, con opere di pulizia e ripristino dei muri d'argine. I lavori saranno assegnati a breve con quattro bandi emanati dagli uffici di piazza Ignazio Florio.

Si tratta dei corsi d'acqua che da nord, a confine con Villafranca, attraversano Messina fino a dove comincia il territorio di Scaletta Zanclea, sul lato sud. Dal Gallo al Giampilieri, sono tutte aste torrentizie potenzialmente pericolose a causa degli alvei oramai soffocati da detriti e vegetazione e, in tanti casi, con sponde inesistenti e comunque insufficienti ad arginare i momenti di piena. Già in passato, come nel 2009, gli effetti degli straripamenti furono devastanti, con fiumi di fango a seminare distruzione e morte.

Uno dei quattro bandi - che fissa la data di scadenza delle offerte al prossimo 27 ottobre - riguarda, in modo specifico, interventi su una decina di torrenti tombati e sulle rispettive vasche di calma che si trovano nel centro città: da viale Giostra a viale Boccetta, da viale Europa a viale Sazzi e viale Tommaso Cannizzaro.

I termini fissati per partecipare alle altre tre gare sono invece, rispettivamente, il 25 ottobre, il 31 ottobre e il 7 novembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Gallo al Giampilieri, la Regione interverrà su ottanta torrenti a rischio

MessinaToday è in caricamento