Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Scolari trasferiti dalla Radice alla Vann'Antò, ma c'è chi ha figli in entrambi gli istituti: La Fauci chiede lo scuolabus

L'interrogazione del consigliere di OraMessina dopo le proteste delle famiglie costrette a spostare i propri figli per le carenze strutturali dell'edificio. Le difficoltà a rispettare l'orario delle lezioni

E' disagio per tante famiglie dopo il trasferimento dei bambini dalla scuola Radice alla Vann'Antò. La vicenda riguarda i bambini della pluriclasse prima, seconda e  terza classe dell’Istituto Radice che, per problemi strutturali legati a mancata manutenzione, assenza del sistema di riscaldamento e condizioni generali che necessitano di lavori da effettuare, devono frequentare le lezioni alla scuola Vann’Antò.

Una vicenda, soprattutto per chi ha figli che frequentano una delle classi interessate allo spostamento e altri nelle classi rimaste all’Istituto Radice, che sta creando non pochi disagi alle famiglie.

A farsi portavoce, il consigliere di OraMessina, Giandomenico La Fauci che chiede con una interrogazione l’istituzione di un servizio di scuolabus comunale che possa garantire ai piccoli costretti al trasferimento, il trasporto nel nuovo plesso della Vann’Antò. “Dovrebbe essere interesse dell’amministrazione, infatti, quello di aiutare il più possibile i cittadini che vedono le loro vite condizionate da problematiche indipendenti il loro volere - scrive La Fauci -  Le condizioni carenti degli edifici scolastici, infatti, non possono ricadere ulteriormente su famiglie che vedono già i propri figli fare i conti con strutture, a volte, poco accoglienti. Allo stesso tempo occorre facilitare il lavoro di dirigenti scolastici e insegnanti – già complicato – limitando le problematiche accessorie così da poter favorire lo sviluppo didattico senza impedimenti e forzate assenze”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scolari trasferiti dalla Radice alla Vann'Antò, ma c'è chi ha figli in entrambi gli istituti: La Fauci chiede lo scuolabus

MessinaToday è in caricamento