Cronaca

Gli Istituti religiosi non rispondono ancora, il trasferimento di tre scuole superiori attende l'ufficialità

Entro il 30 novembre dovrebbero iniziare i lavori di riqualificazione ad Archimede, Seguenza e Maurolico grazie ai fondi del Pnrr, a poche settimane dalle lezioni gli appalti sono in fase di espletamento prima della progettazione esecutiva

A dicembre il trasferimento di gruppi di studenti dai licei Archimede, Maurolico e Seguenza per i lavori di riqualificazione legati ai fondi Pnrr e curati dalla Città Metropolitana. Il dirigente provinciale all'Edilizia scolastica Biagio Privitera spiega che non è stato ancora sottoscritto un solo contratto di locazione per il trasloco di ragazzi, personale e docenti (centinaia di persone che dovranno modificare i loro progetti di mobilità quotidiana) e che si attendono ancora risposte ufficiali dagli enti religiosi per le proposte avanzate in modo da firmare gli accordi: Istituto San Luigi per Archimede, Don Bosco per Maurolico e Ancelle Riparatrici per Seguenza. Non saranno trasferimenti generali, per alleviare le difficoltà soltanto gruppi di classi in base alle opere saranno ricollocati.

Tra pochi giorni i tre appalti saranno espletati con la pubblicazione delle graduatorie, ci vorranno poi due mesi per la progettazione esecutiva e secondo l'accordo con il ministero la data di inizio dei cantieri è fissata al 30 novembre 2023 anche se il rischio che gli interventi possano slittare è possibile visti i tempi burocratici. 

Nel marzo scorso la Città Metropolitana aveva pubblicato l'avviso di ricerca di immobili da acquistare per ospitare le scuole di Secondo grado e la nuova sede dell'ufficio scolastico provinciale. La consistenza complessiva è di almeno 40 ambienti idonei per ospitare, classi, laboratori oltre a locali non didattici per gli Istituti scolastici e uffici di interesse; essere ubicati preferibilmente nelle zone centrali e semicentrali della città; avere una consistenza di superficie coperta di almeno tremila metri quadrati; essere dotato di certificato di agibilità e quindi conforme, rispondere adeguatamente alle norme antisismiche e in materia di urbanistica ed edilizia. Il totale economico dei tre appalti di riqualificazione è di circa 17 milioni di euro per l'adeguamento sismico e l'efficientamento energetico dei tre plessi di Secondaria superiore. Tempi di conclusione per rispettare gli obiettivi del Piano di ripresa e resilienza stabiliti tra i 18 e i 30 mesi, due anni circa se tutto andrà per il meglio ma anche di più per rivedere i tre Istituti scolastici più sicuri e dunque la questione "traslochi" è tenuta nella giusta considerazione da famiglie e personale. 

Per i problemi del Nautico Caio Duilio invece le intenzioni della Città Metropolitana sono quelle di garantire l'ospitalità al Don Bosco ma anche per la scuola di via La Farina manca l'ufficialità a poche settimane dall'inizio delle lezioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli Istituti religiosi non rispondono ancora, il trasferimento di tre scuole superiori attende l'ufficialità
MessinaToday è in caricamento