menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Falcone

Marco Falcone

Tariffe agevolate di Liberty Lines, Falcone: “Saranno ripristinate, valutiamo anche impegno finanziario della Regione”

L'assessore interviene dopo i rincari per i pendolari delle Isole Eolie. “Incontreremo a Palermo l’azienda che si occupa del trasporto pubblico marittimo per definire i dettagli dell’iniziativa”

Si apre uno spiraglio per i pendolari delle isole minori, a partire dalle Eolie, che nei giorni scorsi hanno segnalato la penalizzante rimodulazione delle tariffe della Liberty Lines. Una serie di prese di posizione hanno spinto l’assessore Marco Falcone a chiedere alla Liberty Lines il ripristino delle agevolazioni e tariffe già vigenti.

Un impegno che potrebbe però passare da un intervento finanziario da parte del governo Musumeci “in una logica aziendale al servizio dei cittadini e di buon senso”.

“La prossima settimana – ha chiarito Falcone – incontreremo a Palermo l’azienda che si occupa del trasporto pubblico marittimo per definire i dettagli dell’iniziativa”.

I primi a protestare per il rincaro erano stati docenti e personale sanitario che già con grande fatica si sposta per servizio nelle isole. L’aumento delle tariffe per il servizio di attraversamento da e per Milazzo o Messina è passato sotto la lente anche della senatrice del M5Stelle Barbara Floridia e dell'onorevole Pino Galluzzo, deputato regionale all'Ars di Diventerà Bellissima che si è detto soddisfatto nell'apprendere il pronto interessamento dell'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità. “La società – ha detto Galluzzo - ha recepito l’appello sulla mancata conferma della Liberty card per i pendolari delle isole minori, a partire dalle Eolie e adesso si ragionerà per abbattere i costi degli spostamenti a carico dei lavoratori”.

In realtà la Liberty card, intesa come “tessera”, non sarà comunque più ripristinata. Chi ne è già in possesso può continuare a utilizzarla fino alla scadenza prevista (in genere di un anno) per gli importi concordati al momento della sottoscrizione. Nel momento in cui scadrà, non ci saranno rinnovi perchè non ne saranno emesse altre e potranno essere valutate nuove formule di abbonamenti previsti già nel sito della società.

Per i pendolari, attualmente, la nuova offerta commerciale prevede un esborso di 17,20 euro al giorno, non paragonabile ai precedenti 10 euro (5 euro a tratta).

Su questo rincaro potrebbe ora, stando alle dichiarazioni di falcone, intervenire la stessa Regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento