rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Isole, aumentano le miglia di aliscafi e traghetti: nei nuovi bandi sconti per i lavoratori non residenti

La Regione ha fatto il punto sui servizi di trasporto marittimo che coinvolgono anche le Eolie, in rialzo le percorrenze rispetto al passato

Aumentano le percorrenze dei collegamenti tra la Sicilia e le isole minori. La nuova rete integrata dei servizi di trasporto marittimo pubblico, che comprende quelli in convenzione statale e quelli assegnati con i recenti bandi di gara dalla Regione Siciliana, sviluppa circa 1,5 milioni di miglia marine all’anno, con un incremento di circa il 9% rispetto allo scenario attuale. 

"L'attenzione mia e di tutto il governo regionale sui temi riguardanti i servizi e lo sviluppo delle isole minori della Sicilia è continua - sottolinea il presidente della Regione Renato Schifani - Siamo al lavoro per migliorare la mobilità in entrata e in uscita affinché i cittadini che vi abitano o vi si recano per lavoro non siano svantaggiati".   

"Siamo al fianco di residenti, pendolari e turisti - sottolinea l’assessore alle Infrastrutture Alessandro Aricò - Dopo avere bloccato al 12% il taglio delle corse in convenzione statale, grazie all’intervento della Regione Siciliana nel complesso siamo riusciti ad accrescere le tratte. Da 1 milione e 373mila miglia percorse attualmente da e verso tutte le isole minori passeremo a 1 milione e 496mila, privilegiando i collegamenti veloci. Per la prima volta, inoltre, assicuriamo una rotta diretta per tutto l’anno tra Lampedusa e Linosa. Rispetto alle corse e ai nuovi orari di aliscafi e traghetti - aggiunge l’esponente dell’esecutivo Schifani - naturalmente valuteremo le soluzioni adottate e gli eventuali correttivi, con le amministrazioni locali e i concessionari per migliorare il servizio offerto ai cittadini". 

In dettaglio, tra navi e unità veloci in servizio sulle varie rotte, le miglia di percorrenza su base annua previste con la nuova rete integrata aumentano nelle Eolie, nelle Egadi e nelle Pelagie (Lampedusa e Linosa); restano sostanzialmente stabili su Ustica e Pantelleria. Nel complesso, inoltre, crescono sensibilmente le percorrenze su mezzi veloci (da 885.541 miglia/anno a 1.019.379) e si riducono leggermente quelle via nave (da 488.041 a 477.032). 

Lo scorso aprile la Regione aveva messo in gara i servizi di trasporto marittimo passeggeri, in regime di servizio pubblico con compensazione finanziaria, per le unità veloci. Sette i lotti a bando, per un importo complessivo di oltre 157 milioni di euro, aggiudicati lo scorso novembre. Il 22 dello stesso mese è scaduto anche il bando regionale per l'affidamento in concessione dei collegamenti con navi ro-ro, per i prossimi cinque anni, dal valore complessivo di 129 milioni di euro. Già istituita la commissione di valutazione, l'aggiudicazione avverrà entro febbraio 2023.

Nei nuovi bandi è stata introdotta la novità di tre fasce stagionali - bassa, media e alta - per ampliare l’offerta di servizi marittimi favorendo la destagionalizzazione delle presenze turistiche.

Per quanto attiene i nuovi bandi, inoltre, i capitolati prevedono per tutti i lavoratori che per servizio si recano sulle isole minori, ma non sono residenti, una scontistica minima del 30% sulle tariffe, che comunque la società concessionaria può autonomamente innalzare. "Il governo della Regione - aggiunge l’assessore Aricò - come da impegno assunto dal presidente Schifani, la prossima settimana incontrerà la società concessionaria Liberty Lines per accrescere la scontistica oltre la soglia del 30% a favore dei lavoratori che appartengono alle categorie di personale delle forze dell’ordine, della sanità e della scuola".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isole, aumentano le miglia di aliscafi e traghetti: nei nuovi bandi sconti per i lavoratori non residenti

MessinaToday è in caricamento