Atm Spa accende i motori, nuove tariffe e servizi: ecco cosa cambia per i viaggiatori

L'azienda trasporti ha iniziato il nuovo corso. Le principali novità per gli utenti e le modifiche ai costi di biglietti e gratta e sosta. Mascherine gratis per chi viaggia in bus e tram

Il presidente Campagna timbra il primo biglietto

Il primo bus targato Atm Spa è uscito in strada alle 5.15 di questa mattina. Sulle fiancate il nuovo logo a sottolineare il percorso che l'azienda trasporti cittadina ha intrapreso dopo il periodo di liquidazione e dopo anni di difficoltà gestionali e politiche. 

Da oggi non ci saranno più scuse. Messina può finalmente aspirare ad un sistema di mobilità degno di una città metropolitana. Tante le novità della nuova Atm, presentate questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sede di via La Farina. Ad illustrarle, il presidente Giuseppe Campagna e il vicesindaco, nonché assessore ai Trasporti, Salvatore Mondello. 

I nuovi prezzi dei biglietti

Come già annunciato, le prime modifiche riguardano il costo dei biglietti. I messinesi dovranno spendere  di più rispetto al passato per salire su tram e bus o utilizzare i parcheggi a striscia blu. Il biglietto da 100 minuti costerà 1,50 euro, per effettuare due corse nella stessa giornata occorrerà pagare 2,50 euro. Il ticket per l'intera giornata invece costerà 4,00 euro.

Si potranno acquistare i biglietti a bordo, ma solo per un singolo viaggio. In questo caso il costo sarà di 2 euro. Fino al 10 giugno, sarà però possibile acquistare i titoli di viaggio anche sui mezzi, con le tariffe valide nelle rivendite autorizzate. 

Riguardo la sosta pagamento, spariranno i tagliandi da 0,50 euro l'ora. Il prezzo adesso è uniformato ad 1 euro, il doppio invece quello per la sosta notturna nei parcheggi di interscambio. 

Chi è ancora in possesso di titoli di viaggio dell’Atm in liquidazione, potrà recarsi presso rivendite autorizzate, edicole, tabacchi e box vendita Atm Spa per consegnare i vecchi ticket e, integrando la differenza, ritirare i nuovi biglietti assieme alla fornitura di mascherine. Chi, invece, non volesse “convertire” il titolo di viaggio, potrà recarsi negli uffici dell’Atm in liquidazione e ottenere il rimborso.I possessori di abbonamenti che hanno una scadenza successiva all’1 giugno possono continuare ad utilizzare l’abbonamento fino alla naturale durata e successivamente sottoscriverne uno nuovo.

Ai passeggeri una mascherina in omaggio insieme al biglietto

“Chi viaggia con ATM Messina non paga la mascherina” è, invece, la promozione di lancio del nuovo servizio. L’ATM Spa, a livello nazionale, è tra le prime società di settore a lanciare una simile iniziativa che consentirà di ricevere in omaggio una mascherina agli utenti che acquisteranno, presso le rivendite autorizzate e i box vendita dell’ATM Spa, almeno due ticket per la corsa da 100 minuti, un biglietto giornaliero o uno valido due corse, mentre uno stock di 10 mascherine verrà consegnato a chi sottoscrive un abbonamento mensile, che aumenta a 30 per gli abbonamenti trimestrali e a 50 per quelli annuali. Ogni mascherina sarà consegnata in buste singole e numerate e non potrà essere oggetto di vendita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tamponi e sanificazioni sui bus e nei terminal 

“Guidiamo il cambiamento” è lo slogan lanciato per lo start up aziendale, in una delicata fase in cui la fruizione del trasporto pubblico locale ha dovuto necessariamente adeguarsi alle misure di prevenzione e contenimento dei contagi. In quest’ottica tutti i mezzi in servizio verranno quotidianamente igienizzati, mentre bisettimanalmente verrà effettuata una sanificazione “speciale” (che verrà ripetuta anche più di due volte a settimana in caso di incremento dell’affluenza sui mezzi) che prevede anche l’effettuazione di tamponi a campione all’interno dei bus, in grado di garantire un controllo analitico della salubrità degli ambienti e delle superfici, l’assenza di Sars- Cov-2 e di eventuali altre cariche batteriche. Per una maggiore trasparenza le sanificazioni saranno effettuate non solo all’interno dei locali dell’azienda, ma anche nelle principali stazioni (Cavallotti, Annunziata, Gazzi) in modo da rendere tangibili le modalità di sanificazione dei mezzi anche alla cittadinanza. La principale novità riguarda, però, la presenza ad ogni corsa di un assistente al trasporto che si occuperà di garantire il distanziamento tra gli utenti e il corretto utilizzo di mascherine, ma soprattutto di verificare il possesso del titolo di viaggio e dare la possibilità di acquistare ticket a bordo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falcone a lutto, non ce l'ha fatta Luca Minato ferito dall'esplosione della bombola di gas

  • Onda anomala travolge barca, quattro pescatori finiscono in mare

  • Patti, bimba di nove anni cade dalla bicicletta e batte la testa: in elisoccorso al Policlinico

  • Il lieto fine di Alessandro dopo l'incidente: "Pensavo di non poter più correre, ma ce l'ho fatta"

  • Il teatro messinese piange la morte di Donatella Venuti

  • Incidente nella notte sulla Palermo-Messina, muore una 51enne: cinque i feriti

Torna su
MessinaToday è in caricamento