Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Niente trasporto gratuito a Cristo Re per gli studenti della Galatti, Gioveni su tutte le furie

Il capogruppo di Fratelli d'Italia sottolinea - a suo dire - il dietrofront dell'amministrazione comunale in vista del trasferimento generale da via Giurba alla circonvallazione

Non avranno il trasporto gratuito gli studenti della scuola Cannizzaro Galatti che per lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza saranno trasferiti a Cristo Re in questa stagione scolastica. Lo dice il capogruppo di Fratelli d'Italia al Comune Libero Gioveni. 

“Come si fa a promettere a centinaia di genitori degli alunni della scuola Cannizzaro-Galatti un trasporto di scuolabus gratuito per convincerli ad accettare nelle scorse settimane il trasferimento a Cristo Re, salvo adesso dire loro “ci dispiace, ma abbiamo scherzato? - si chiede il consigliere. 

Cannizzaro Galatti, trasferimento generale a Cristo Re

Il consigliere comunale sostiene di farsi portavoce dell’amarezza e dell’indignazione di tanti genitori, giudica inaccettabile l’atteggiamento dell’amministrazione che prima tende una mano alla popolazione scolastica attraverso quello che doveva essere un trasporto garantito dalla sede di via Mario Giurba alle aule di Cristo Re per venire incontro ai disagi di un trasferimento obbligato dovuto all’interdizione della Cannizzaro, e adesso la ritira non garantendolo più.

"Quanto accaduto sta lasciando nello sconforto tantissime famiglie – denuncia Gioveni – alcune delle quali starebbero già pensando di richiedere i nulla osta per il trasferimento in altre scuole dei propri figli! Trovo parecchio disdicevole questo modus operandi che rasenta l’inganno – prosegue il consigliere – soprattutto se si pensa che un’intera comunità scolastica risulta già provata da tutte le fasi di un “esodo” che non si sarebbero mai sognato! Nello scorso mese di agosto – aggiunge l’esponente di FdI -  il Dirigente scolastico, proprio sulla base delle promesse ricevute per il trasporto scolastico, aveva interpellato le famiglie per capire quanto fosse il numero delle richieste per lo scuolabus, che però adesso, appunto, sono rimaste cartastraccia, tanto da spingere la stessa preside a chiedere almeno una riapertura dei termini dell’avviso che aveva pubblicato la Messina social city, al quale chiaramente i genitori della Cannizzaro, pensando di avere questo canale straordinario, non avevano partecipato! Se a tutto questo si aggiunge anche il fatto che nei locali della palestra (che doveva servire almeno per garantire l’attività motoria dei ragazzi) è stata trasferita la segreteria e che a Cristo Re bisogna anche conciliare gli orari con gli alunni delle scuole Paino e Mazzini, la frittata è fatta! E’ davvero caos".  Tutto questo lo trovo davvero assurdo e intollerabile – conclude Gioveni – e mi auguro, confidando anche nella sensibilità del neo assessore alla pubblica istruzione Pietro Currò, che si trovino delle soluzioni immediate per rendere meno indigesto a tante famiglie un trasferimento di massa che li ha lasciate nello sconforto e nel bel mezzo di disagi di varia natura". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente trasporto gratuito a Cristo Re per gli studenti della Galatti, Gioveni su tutte le furie
MessinaToday è in caricamento