rotate-mobile
Cronaca

Arriva sui binari siciliani il nuovo treno Blues, Schifani: "Altro passo avanti verso l'alta velocità"

I progetti illustrati dal direttore generale alla presentazione del convoglio ibrido, che unisce la tecnologia elettrica e quella diesel di ultima generazione con emissioni di Co2 molto basse. Viaggeranno sulla linea Palermo-Messina e Messina Catania e si affiancheranno ai 25 Pop già in circolazione

Un convoglio ibrido, che unisce la tecnologia elettrica e quella diesel di ultima generazione con emissioni di Co2 molto basse. E' primo treno Blues di Trenitalia (Gruppo FS) per la Sicilia presentato oggi a Palermo, alla presenza, tra gli altri, del governatore Renato Schifani, da Luigi Corradi, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia. "Oggi è una giornata importante, un altro passo avanti per il trasporto regionale in Sicilia - ha detto Corradi -. Negli anni scorsi abbiamo consegnato i treni Pop che hanno già cambiato il modo di viaggiare in Sicilia, soprattutto dal punto di vista del comfort. Sappiamo tutti che sull'Isola ancora dobbiamo fare sforzi importanti sulla parte infrastrutturale, però per noi è sempre un orgoglio introdurre un treno nuovo. Quando avremo anche infrastrutture migliori si realizzerà quel cambio di marcia che tutti desideriamo".

I primi treni Blues circoleranno sulla linea Palermo-Messina e Messina Catania e si affiancheranno ai 25 treni Pop già in circolazione nell’isola dal 2019 per un completo rinnovo della flotta siciliana e per garantire un maggior numero di posti offerti. "Mano a mano che verranno consegnati li utilizzeremo in tutta la Sicilia. Sono 22 treni e insieme a tutti gli investimenti che sono stati fatti e che si faranno nei prossimi anni - ha concluso Corradi - arriveremo a quasi 60 treni nuovi in Sicilia, andando a ridurre in maniera importante l'età media del parco rotabile".

Una tecnologia di nuova generazione che si traduce in massima flessibilità nell’utilizzo del treno e nel più efficace impiego dei convogli sulle linee siciliane. Il primo treno ibrido di Trenitalia è stato progettato e costruito attorno alle esigenze dei passeggeri, con un’impronta sostenibile che si evince dalle molteplici caratteristiche del convoglio: dalla scelta dei materiali a elevato livello di riciclabilità (95%) alla riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di CO2 rispetto agli attuali convogli diesel, fino alla disponibilità di un massimo di otto postazioni bici, che in Sicilia viaggiano gratis.

A disposizione dei viaggiatori 219 posti a sedere sul Blues nella configurazione a 3 carrozze e 300 su quello a 4 carrozze. Il treno è, inoltre, dotato di un sistema di climatizzazione, con ottimizzazione dei consumi in base all’effettivo numero di passeggeri trasportati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva sui binari siciliani il nuovo treno Blues, Schifani: "Altro passo avanti verso l'alta velocità"

MessinaToday è in caricamento