Dissequestrata la residenza sanitaria per anziani "Il giardino sui laghi" di Itala

La decisione del Tribunale del Riesame che ha accolto il ricorso della difesa. La struttura era stata sequestrata a maggio su provvedimento del giudice per le indagini preliminari che contestava la mancanza del certificato di collaudo

palazzo Piacentini

Il Tribunale del Riesame, accogliendo il ricorso della difesa, ha revocato il sequestro della residenza sanitaria per anziani “Il giardino sui laghi” ad Itala.  Lo scorso 20 maggio i carabinieri avevano notificato avvisi di garanzia e sequestrato la residenza per anziani in esecuzione di un decreto emesso dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della procura che contestava la mancanza del certificato di collaudo. La difesa rappresentata dagli avvocati Bonni Candido e Rosario Callanni, del Foro di Catania, ha fatto ricorso al Tribunale del Riesame che lo ha accolto.

“Il certificato di collaudo ritenuto insussistente dalla procura- si legge nel provvedimento- è stato redatto l’11.3.2019 depositato il 13.3.2019, e perfezionato dalla relativa attestazione del Genio Civile del 2.4.2019”. Con un provvedimento del 14 maggio il Comune di Itala ha poi “attestato la sussistenza per le condizioni per il rilascio dell’agibilità” e consentito alla residenza per anziani “con effetto immediato l’utilizzo dell’immobile”.  I giudici spiegano che “la mancanza del certificato di collaudo non ha precluso l’accreditamento della struttura da parte dell’Asp di Messina”.

“L’attività di indagine- scrivono ancora i giudici- si è soffermata sulla mancanza del certificato di collaudo statico quale presupposto per il rilascio del certificato di agibilità”. Inoltre “tanto il Comune di Itala quanto il Genio civile di Messina-prosegue il Tribunale- attestavano il mancato deposito del certificato di collaudo statico e l’avvenuto deposito, tardivo della relazione a struttura ultimata ,documenti presupposti alla certificazione di agibilità”. 

I giudici ricordano inoltre che il 24 maggio 2019, dopo il sequestro, la struttura ha ottenuto dal Comune di Itala l’attestazione di agibilità anche sul presupposto “della copia del collaudo statico rilasciato il 2.4.2019 dall’ufficio del Genio Civile di Messina”. “Il rilascio del collaudo statico-scrivono- fa cessare la condotta antigiuridica, producendo i suoi effetti sul piano del periculum, che deve ritenersi, pertanto, venuto meno”. Alla luce di tutti ciò il Tribunale ha quindi disposto il dissequestro del bene.

“Come avevamo anticipato- sostiene l’avvocato Bonni Candido- il sequestro della Rsa si fondava su risultanze di indagini molto datate che non tenevano conto di elementi nuovi nelle more intervenuti. Tra questi il certificato di collaudo che portato all’esame dei giudici del Tdr ha subito determinato l’annullamento del sequestro per insussistenza del dedotto periculum”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

  • La salma di Giuseppe Sorrenti in viaggio, lunedì i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola

  • Da Patti al Bambin Gesù di Roma con un volo dell'aeronautica, neonato prematuro verso la salvezza

  • Incidente nella notte in via Catania, muore nell'impatto con un mezzo della Messina Servizi

  • Capo d'Orlando, droga nascosta nei bagni della scuola scoperta dai cani poliziotto

  • Concorso per operatori sanitari e mobilità per infermieri, pubblicato il bando

Torna su
MessinaToday è in caricamento