rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Farmaci prescritti a pazienti deceduti o inesistenti per truffare l'Asp, 11 rinvii a giudizio

Il 24 maggio andranno a processo i medici e farmacisti indagati dopo l'operazione "Apotheke" condotta nel 2020 dalla guardia di finanza

Si terrà il prossimo 24 maggio l'udienza in primo grado per gli indagati dell'operazione "Apotheke" condotta nel 2020 dalla guardia di finanza. In tribunale, dopo l'udienza preliminare di stamane del gip Eugenio Fiorentino, andranno medici e farmacisti a cui la Procura ha contestato reati che vanno dall?associazione per delinquere alla truffa aggravata, al falso ideologico, all?esercizio abusivo della professione medica. In particolare, le Fiamme Gialle hanno portato alla luce un sistema attivo nell'emissione di prescrizioni mediche (cosiddette ricette ?rosse?), nei confronti di diversi soggetti fruitori di esenzioni ticket per motivi reddituali, concernenti l?acquisto di costosi farmaci a sua volta portate a rimborso. Le indagini sono partite da una denuncia dell'Asp su un presunto raggiro basato anche sulla prescrizione di medicinali scaduti e a pazienti ormai deceduti.

Da qui è scattata l'ordinanza di custodia cautelare personale e reale nei confronti di 7 indagati, emessa dal Gip, nell?ambito di un procedimento penale nei confronti di un?organizzazione dedita alla truffa nei confronti dell?Asp di Messina. In particolare, al termine delle relative indagini, che hanno riguardato complessivamente dodici indagati, le cui condotte sono state rimesse alla valutazione del Giudice, quest?ultimo ha disposto la misura cautelarenei confronti del farmacista Sergio Romeo, 44 anni, titolare della Farmacia del Villaggio, e dell medico di base Ciro Liosi, 65, che finirono ai domiciliari. Cinque i medici sospesi dal servizio per un anno, si è trattato di Filippo Gregorio Cutrì, 66 anni; Salvatore De Domenico, 67; Basilio Cucinotta, 68; Santi Ielo, 68; Nunzio Minutoli, 53. Alcuni di loro sono stati anche consulenti per il tribunale. Altre cinque le persone indagate.

Fra tre mesi in tribunale andranno Sergio Romeo, Gregorio Filippo Cutrì, Salvatore De Domenico, Basilio Cucinotta, Santi Ielo, Nunzio Minutoli, Marisa Sparacino, Sergio Romano, Stefania Samperi, Valentina Costanzo e Rosario Palmieri. Il collegio difensivo è formato dagli avvocati Vincenzo Grosso, Pietro Luccisano, Patrizia Causarano, Antonello Scordo, Corrado Rizzo, Giuseppe Carrabba, Claudio Rugolo e Giovanni Villari. Ad assistere l'Asp, parte civile, il legale Salvatore Sorbello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci prescritti a pazienti deceduti o inesistenti per truffare l'Asp, 11 rinvii a giudizio

MessinaToday è in caricamento